Monreale, positiva è una dipendente della RSA di Villafrati di San Martino

Le condizioni di salute della paziente sono buone ed è asintomatica

MONREALE – Ieri a Monreale è stato confermato il primo caso di tampone positivo al Coronavirus. Lo ha annunciato con un comunicato stampa il sindaco Alberto Arcidiacono.

Ad essere positiva al Coronavirus è una donna che lavora nella RSA di Villafrati in cui è scoppiato un grosso focolaio, tanto che le autorità regionali hanno deciso di dichiarare il comune in provincia di Palermo zona rossa. Oltre 50 pazienti e 20 dipendente sono stati contagiati dentro la struttura sanitaria.

Come detto, la monrealese positiva è una dipendente di Villa delle Palme. La donna risiede nella frazione di San Martino delle Scale, dove si trova in isolamento domiciliare da parecchi giorni. Le condizioni di salute della paziente sono buone ed è asintomatica.

Come comunicato ieri dal sindaco di Monreale e da Presidente del Consiglio, non c’è alcun motivo di allarmarsi. La donna, infatti, non ha avuto contatti con i cittadini nel corso degli ultimi giorni e l’Asp di Palermo ha già ordinato la quarantena domiciliare per tutti coloro che sono entrati in contatto con la donna. Non vi è dunque nessuna ragione di creare allarmismi e la situazione è sotto controllo.

Intanto c’è da dire che all’intero della RSA di Villafrati ci sarebbero altri pazienti monrealesi ricoverati e risultati positivi al Covid-19. Secondo alcune notizie di stampa, nei giorni scorsi una paziente monrealese di 84 anni è risultata positiva ma l’elenco potrebbe essere più lungo. Dei dati al momento non vi è conferma.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.