Coronavirus, il Papa concede l’indulgenza plenaria. Oggi la preghiera universale

Bergoglio ha invitato i cattolici di tutto il mondo ad unirsi spiritualmente attraverso i mezzi di comunicazione

Papa Francesco: “Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, e al termine darò la Benedizione Urbi et Orbi”

“Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, con il quale al termine darò la Benedizione Urbi et Orbi, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria”. A darne notizia Papa Francesco che oggi alle ore 18 pregherà dal Sagrato della Basilica di San Pietro, con la Piazza vuota. La messa sarà trasmessa su Tv 2000 (canale 28) e Rai1.

C’è grande attesa nel mondo per l’appuntamento di preghiera universale che il Papa ha proposto personalmente in occasione dell’Angelus, domenica scorsa, e ha ribadito all’udienza generale.

Oggi, il secondo atteso appuntamento. Papa Francesco ha invitato i cattolici di tutto il mondo ad unirsi spiritualmente, attraverso i mezzi di comunicazione, al momento di preghiera che durerà circa un’ora. Come fa sapere la Sala Stampa vaticana, in questa speciale circostanza, nei pressi del cancello centrale della Basilica Vaticana, saranno collocati l’immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso di San Marcello.

 

Dopo l’ascolto della Parola di Dio, Papa Francesco terrà una meditazione. Il Santissimo Sacramento sarà esposto sull’altare collocato nell’atrio della Basilica Vaticana e dopo la supplica, seguirà il rito della Benedizione eucaristica “Urbi et Orbi”. Quindi il cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica di San Pietro, pronuncerà la formula per la proclamazione dell’indulgenza.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.