Monreale, dipendenti rifiuti senza mascherine, alla News System segnalata azienda in grado di fornirle

Qualcosa inizia a muoversi anche sul fronte della stipula del contratto tra il Comune e la ditta.

Continua a tenere banco la questione sicurezza degli operai del servizio rifiuti a Monreale costretti a lavorare, nel pieno dell’emergenza sanitaria legata all’epidemia del Covid-19, privi di dispositivi di sicurezza.

L’impasse però potrebbe essere superata già nel corso delle prossime ore visto che gli uffici del Comune di Monreale hanno segnalato alla News System Service un’azienda in grado di soddisfare la richiesta di dispositivi, come guanti e mascherine, da consegnare agli operai.

Gli uffici comunali hanno invitato, inoltre, la ditta marsalese ad adempiere all’obbligo di aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), in relazione al nuovo rischio biologico. Lo ha reso noto il movimento Il Mosaico. Alla New System è stato chiesto anche di intensificare le attività di sanificazione dei mezzi utilizzati per il servizio.

Nei giorni scorsi il Comune di Monreale, prevedendo le difficoltà che la ditta New System avrebbe potuto incontrare nel reperimento dei dispositivi di protezione, che sono andate a ruba in seguito all’avanzare dell’epidemia, aveva fornito delle mascherine provvisorie grazie all’aiuto della Protezione Civile. Inoltre, al fine di limitare i rischi per i lavoratori, è stato permesso alla ditta New System di ridurre al minimo il numero di operatori in strada, disponendo la fruizione delle ferie, e si è ridotto l’orario di apertura dei centri di raccolta, regolando gli ingressi da parte dei cittadini per evitare assembramenti.

Per quanto riguarda la questione legata al ritardo degli stipendi, Il Mosaico precisa che non spetta al Comune erogare le somme agli operatori. La ditta, infatti, è già stata pagata dall’ente, “Siamo consapevoli – di legge in una nota che sostiene la maggioranza -, infatti, che queste persone che ogni giorno presidiano le nostre strade vadano ringraziati e tutelati”.

Qualcosa inizia a muoversi anche sul fronte della stipula del contratto tra il Comune e la ditta. “Possiamo dire di essere pronti alla firma – dice il Mosaico -, dato che gli uffici comunali hanno già predisposto la bozza del contratto e hanno chiesto ditta di produrre la documentazione. Purtroppo, l’emergenza in cui versa l’intero territorio ha frenato e continua a frenare alcune procedure che, tuttavia, verranno portate a termine nel più breve tempo possibile, così da poter regolarizzare un rapporto che ad oggi si basa comunque su una riserva di legge”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.