Caro alimenti a Monreale, i pensionati della CGIL chiedono più controlli al sindaco

Sono Nunzio Battaglia e Giovanni Schimmenti a chiedere all'amministrazione comunale un maggiore impegno

MONREALE – “Sia dalle notizie della stampa locale e anche dalle lamentele di tanti cittadini abbiamo appreso di presunte violazioni delle norma che regolano il commercio dei generi alimentari”. È il sindacato dei pensionati SPI CGIL che lancia l’allarme sull’andamento dei prezzi dei generi di prima necessità a Monreale.

Sono Nunzio Battaglia e Giovanni Schimmenti a chiedere all’amministrazione comunale un maggiore impegno nel controllo al caro prezzi.

Il sindacato dei pensionati di Monreale segnala un aumento dei prezzi, in particolare, di frutta e verdura che “a quanto i risulta sono stati aumentati di molto”, si legge in una nota a firma del segretario cittadino Nunzio Battaglia.

Nella sua nota, inoltre, la sigla sindacale, oltre al monito all’amministrazione, desidera ringraziare il sindaco Arcidiacono, gli assessori, la protezione civile e i Carabinieri “per il servizio prestato ai cittadini a tutela della salute”.

4 Commenti
  1. giuseppe scrive

    sono dei farabutti gente approfittatori anzi di aiutare la gente aumentano i prezzi
    farabutti

    1. Cetty scrive

      Avete ragione e per di più nemmeno espongono i prezzi sulla merce, servono controlli

      1. Alessandro scrive

        Al
        Supermercato Sisa di via Biagio Giordano un pacco da 100 di guanti in lattice € 9,50 mentre al mercatone di via della repubblica sono passati da €3,50 a € 5,00 nel giro di tre giorni. È vergognoso!!! Nessun controllo!

  2. pippo oltisi scrive

    solo gente senza dignità e infami posso approfittare di una situaziine cosi drammatica. L’ingordigia non gli fa pensare che con il virus in corso potrebbero non godersi i soldi accumulati approfittando di gente in serie difficoltà economiche.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.