Coronavirus a Palermo, al via i controlli sui traghetti e crociere

L’Autorità portuale di Palermo ha disposto controlli con termometri laser a crocieristi e ai passeggeri dei traghetti. Lo stesso avviene anche in aeroporto

L’Autorità portuale di Palermo ha disposto controlli con termometri laser a crocieristi e ai passeggeri dei traghetti. Lo stesso avviene anche in aeroporto

PALERMO – In queste ore a Palermo e provincia non si fa altro che parlare del coronavirus e della sua possibile diffusione e proprio su questo tema è intervenuto il sindaco della città Leoluca Orlando che ha annunciato di aver esteso i controlli anche nei porti.

Visti i casi di questa mattina dunque, è stato deciso di adottare tutte le misure e le indicazioni previste a livello centrale collaborando sia con l’Autorità portuale di Palermo, che ha disposto controlli con termometri laser sia sui crocieristi, sia per i passeggeri dei traghetti. Lo stesso avviene anche in aeroporto.

Il sindaco riguardo al caso di Coronavirus registrato questa mattina, ha dichiarato che “è stato inviato un campione all’ospedale Spallanzani di Roma e che si attende conferma. Il tutto viene fatto per dare un messaggio di tranquillità ai cittadini e che, secondo il sindaco, si sta facendo tutto ciò che è previsto di fronte a questo fenomeno che è al momento una forte influenza virale e non ancora un’epidemia secondo l’organizzazione mondiale della sanità. Siamo in presenza di una donna che viene da Bergamo con un gruppo di altri turisti e che ha una temperatura corporea di 37.5° ed è in buone condizioni di salute, continua Orlando. È perfettamente cosciente e sta dando anche indicazioni sulle tappe che insieme agli altri turisti ha percorso in questi sei giorni. Il marito è risultato in buone condizioni e il tampone faringeo è risultato negativo. Lo stesso controllo è stato eseguito al gruppo che si trovava con loro. Stiamo facendo il possibile per prevenire il contagio”.

Scuole e uffici cosa succederà?
Per quanto riguarda le scuole e gli uffici pubblici, il sindaco Orlando si accorderà con il presidente della Regione Musumeci che a sua volta è in costante contatto con l’unità di crisi del governo nazionale. Tra poche ore verranno adottate tutte le decisioni opportune e conseguenti su indicazioni del governo Conte, ha concluso Orlando.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.