Coronavirus, all’aeroporto Falcone Borsellino controlli estesi sui voli da Fiumicino

In Cina superati i mille decessi, l’OMS: “I casi accertati sono solamente la punta di un iceberg”

PALERMO – Anche l’aeroporto Falcone Borsellino aumenta le misure di prevenzione contro la diffusione in città del Coronavirus. Già da ieri sera è stato adottato un nuovo protocollo sanitario che prevede l’effettuazione di controlli della temperatura anche per i passeggeri dei voli nazionali provenienti da Roma Fiumicino.

Nel momento in cui l’OMS riferisce che i casi accertati sono solamente la punta di un iceberg, e in Cina sono stati superati i mille casi di decessi, i tecnici del Ministero della Salute e della Croce Rossa Italiana hanno deciso di estendere i controlli anche ai passeggeri dei voli nazionali provenienti dalla capitale. 

Come da prassi, saranno utilizzati i termometri laser, mentre sono state avviate le procedure per l’acquisto dei termoscanner. 

L’indicazione è stata data dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, alla conclusione dell’incontro di ieri con le società di gestione degli aeroporti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.