Gang in centro, giovane di colore circondato e picchiato

L’aggressione potrebbe avere una matrice razzista, il tutto sarebbe iniziato con il termine neg… di mer…”

PALERMO – Sabato scorso in pieno centro a Palermo un ragazzo di origine senegalese è stato brutalmente aggredito da un gruppo di ragazzi che lo avrebbero prima accerchiato e poi picchiato violentemente, causandogli diverse ferite al volto e su tutto il corpo. Intanto, la polizia è intervenuta sul posto acquisendo le immagini di sorveglianza che avrebbero potuto riprendere l’aggressione.

In un post su Facebook racconta dell’accaduto un amico dei due giovani testimoni. “Si sono accorti che stava succedendo qualcosa di strano e spiacevole, c’era una grande folla di gente disposta a semicerchio in via Cavour. Al centro della strada un giovane ragazzo di colore che veniva picchiato. 

Il ragazzo si stava difendendo come poteva, anche con l’aiuto di una catena, ma nessuno interveniva. Poi l’intervento dei due ragazzi che si sono messi al fianco del ragazzo aggredito mentre uno dei due chiamava la polizia. Appena visto che la vittima non era più sola la gang è fuggita, lasciando il giovane ferito pieno di lividi a terra. L’aggressione potrebbe avere una matrice razzista perché il tutto sarebbe iniziato con il termine  neg… di mer…”.

Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso per alcuni traumi riportati e un taglio riportato all’arcata sopracciliare destra.

“Una folla di palermitani in giro per la movida del sabato sera non è riuscita a fare di meglio che mettersi da parte e assistere allo spettacolo – commenta l’uomo su Facebook – chi si fa i fatti suoi campa cent’anni. Inutile dire che tra campare cento anni così da vermi e rischiare per un buon motivo, la scelta dovrebbe essere facile per chi conserva empatia e dignità umana sufficiente a farci sentire essere umani”.

La vittima nonostante lo shock ha voluto sottolineare che la città di Palermo non è razzista, ma al contrario bella e accogliente. “Purtroppo –  ha dichiarato il giovane – sono pochi i palermitani che non sono mai usciti dal mondo per vedere come funzionano le cose. Essere nero o bianco che senso ha?”.

“Vi sono palermitani di ogni colore che ogni giorno danno motivo di essere orgogliosi della nostra città. Fra questi certamente il ragazzo aggredito per motivi razziali che nonostante questo conferma il suo amore per Palermo. Fra questi certamente quei giovani palermitani che sono intervenuti a sua difesa, evitando forse ben più gravi conseguenze”. Lo afferma il Sindaco Leoluca Orlando, informato dell’aggressione a sfondo razzista di cui è stato vittima un ragazzo palermitano di colore di origini senegalesi. “Purtroppo – prosegue il primo cittadino – vi sono altri palermitani, certamente una piccola minoranza, incivili, barbari e codardi. Contro di loro e perché siano perseguiti come meritano, non sono e non sarò mai rassegnato. Confido nella professionalità delle Forze dell’Ordine perché siano presto individuati, annunciando fin d’ora che il Comune sarà parte civile, se possibile proceduralmente, in un eventuale procedimento penale”.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.