OneCoin: tutto quello che devi sapere sulla criptovaluta 

Ogni trader prima di selezionare un asset su cui investire deve effettuare numerose analisi più o meno complesse. Ovviamente la domanda che tutti si pongono è se la scelta in questione sia conveniente e compatibile con il proprio piano di investimenti. 

Uno degli asset più interessanti, agli occhi degli investitori, è rappresentato dalle criptovalute. Tra queste sono in molti a cercare, online, opinioni su onecoin. Proprio per questo abbiamo deciso di raccogliere tutte le informazioni così da poter fare un po di chiarezza sull’argomento.

Onecoin: cos’è?

OneCoin è una semplice criptovaluta, spesso affiancata al Bitcoin. È stata introdotta dal mercato nel 2014 da una donna bulgara: Ruja Ignatova.

Naturalmente, come ogni moneta digitale, si tratta di una valuta che non esiste fisicamente e che appartiene ad un mercato decentralizzato.

In parole semplici, anche OneCoin è un asset digitale basato su sistemi crittografici e non soggetti al controllo di alcun ente, né governativo né bancario.

Al contrario delle altre crypto, questa può essere scambiata solo tramite i suoi promotori. 

Si tratta di una moneta digitale che ha suscitato tanto interesse quanto polemiche riguardo la sua concreta affidabilità.

OneCoin: è una truffa?

Dal 30 dicembre 2016 è stato comunicato, nel nostro paese, che scambiare OneCoin è illegale. Presentata come il futuro delle valute digitali, secondo diverse ricerche, non è altro che un sistema di truffe 

OneCoin è stata assimilata ad uno schema di Ponzi, un sistema il cui guadagno perviene principalmente ai nuovi utenti.

Ciò significa che le entrate non sono legate ad una buona riuscita delle proprie operazioni finanziarie, quanto piuttosto alle quote versate dagli investitori new entry.

Dunque, si consiglia di non credere alle elevate e facili promesse di guadagno in breve tempo: si rischierà solo di perdere tutto il proprio capitale.

Alternative valide a OneCoin

Evitare la crypto OneCoin implica evitare anche le piattaforme introdotte dalla medesima società. Per questo motivo, è possibile trovare altri riscontri, affidabili per puntare sull’allettante mercato delle criptovalute.

Prima di tutto, si consiglia di optare sempre per broker dotati di certificazioni e regolamentazioni da parte di organi di controllo specifici, così da operare in maniera sicura e senza rischiare truffe.

Inoltre, le piattaforme online di trading per operare sui mercati finanziari, sono sempre gratuite e prive di commissioni. 

Si tratta di opzioni d’investimento ritenute valide per aver reso il settore finanziario alla portata di tutti, sia per una questione economica che di conoscenze tecniche.

Tra i broker più apprezzati per investire in criptovalute, appaiono:

  • eToro;
  • Plus500;
  • Markets.com.

Investire in criptovalute con eToro

Broker apparso sul mercato nel 2007, conta una cifra elevata di utenti in tutto il mondo. Il successo di questo broker è stato sancito dalle importanti novità che ha introdotto nel trading online, con una piattaforma innovativa e funzioni di supporto utili ai meno esperti. 

eToro, tra gli strumenti principali, offre l’opportunità di fare Social e Copy Trading. Si tratta di funzioni più che utili da poter utilizzare se si è novizi nel campo delle criptovalute, così da poter trarre beneficio dalle potenzialità di questi asset.

In effetti, i traders col Copy Trading potranno replicare le mosse effettuate da investitori accuratamente selezionati, visionando i rendimenti sul loro profilo.

Coloro che sono ancora incerti sulle proprie potenzialità, prima di affacciarsi completamente al mondo delle criptovalute, possono aprire un conto demo.

Si tratta di una simulazione con la quale poter operare sui mercati reali senza correre rischi: si utilizza del denaro virtuale.

Naturalmente, è un broker legalmente autorizzato ad operare grazie alla supervisione di specifici enti. 

Ciò significa che, eToro potrebbe rivelarsi un’ottima alternativa per investire in criptovalute in maniera sicura, efficiente e con tutti i supporti di cui si ha bisogno.

OneCoin: conclusioni

OneCoin appare, purtroppo, un sistema realizzato appositamente per trarre in inganno gli investitori, sfruttando la fama delle criptovalute, per appropriarsi del denaro reso disponibile.

Nel caso in cui ci si dovesse imbattere ancora in questi sistemi, si consiglia assolutamente di evitarli.

Con eToro o altri broker dal medesimo successo, sarà possibile registrare risultati soddisfacenti dalle operazioni effettuate online sulle crypto più allettanti.

Soprattutto, tutti i trader, dai meno esperti ai più avanzati, avranno la sicurezza di accedere a network di trading sicuri e trasparenti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.