“Sciroccati – la stanza del cabaret”, in scena lo spettacolo di Moschella&Mulé a Il Convento

Lo spettacolo è scritto e diretto da Giuseppe Moschella

PALERMO – Va in scena, mercoledì 29 gennaio al teatro Il Convento, lo spettacolo di Moschella&Mulè dal titolo “Sciroccati – la stanza del cabaret”, scritto e diretto da Giuseppe Moschella. All’interno dello spettacolo un omaggio al grande Massimo Troisi.

Forse essere “Sciroccati” è una prerogativa del sud. Tali soggetti trovano, infatti, il loro naturale habitat proprio nella nostra accaldata terra che partorisce e accoglie finti ingenui, sbalestrati anche un po’ svitati, decaduti, dotati di un cervello preposto a pensare a tutt’altro di diverso dall’attività che stanno svolgendo in quel momento, distaccati quindi dalla realtà.

Gli sciroccati sono un po’ “allallati”, cioè presi da una forza misteriosa che è come se li facesse lievitare, estraniare dal contesto circostante e renderli naturalmente comici. Lo sciroccato senza rendersene conto racconta la nostra terra, riflette e rappresenta squarci, paesaggi, circostanze e stereotipi originali siciliani (e non solo) “figli dello scirocco” e assolutamente inconfondibili, ironici ed unici.

E da questa convinzione, sperimentata dalla quotidianità, nasce lo spettacolo di cabaret che prende il titolo proprio da questa simpatica categoria umana. Il duo comico tra sketch, musica e videoimmagini, dà voce, forma e colore con orgoglio e tanta autoironia allo strano e variegato mondo “forgiato” dall’avvolgente e umido scirocco.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.