Comitato Pioppo Comune, cimitero si, ma all’interno di un programma amministrativo chiaro

Gli attivisti chiedono impegni precisi in un’assemblea pubblica: un PRG contro le speculazioni, impianti sportivi e centri culturali per i giovani, iniziative per anziani e disabili

MONREALE – “Non siamo contrari alla realizzazione del cimitero”. L’affermazione è del Comitato Pioppo Comune, che entra nel merito della questione che verrà discussa il prossimo lunedì in consiglio comunale. Allora verrà votata la variante al Piano Regolatore Generale, passaggio propedeutico per dare il via alla gara d’appalto per la costruzione del nuovo complesso cimiteriale.

Vogliono vederci chiaro, prima che venga assunta una decisione con ripercussioni importanti per il territorio, e vogliono che ai cittadini vengano chiariti alcuni aspetti.

Quanto costerà, chiedono, complessivamente un loculo alle tasche dei contribuenti, nel cimitero gestito da una ditta privata ? 

Su l’area di piano Renda si è sempre detto che fosse il posto giusto da destinare ad impianti sportivi all’aperto, anche perché confinante con il bosco. Dove si realizzeranno gli impianti sportivi in alternativa?

Ed ancora, perché il comune non ha individuato un’area diversa, ad esempio un bene confiscato alla mafia?

Per il comitato inoltre esistono rischi nel mettere in mano a privati un servizio così importante.

“Oggi – si legge nella nota inviata alla stampa – la politica può avere un grande ruolo ma ci vuole grande coraggio, noi non lo stiamo vedendo. Non possiamo tornare a sederci all’area attrezzata di Aglisotto (che hanno rubato) avendo di fronte un cimitero, sarebbe la conferma del futuro che oggi questa amministrazione ci prospetta”.

Confermando la propria posizione non contraria all’istituzione del cimitero, i membri del Comitato chiedono l’assunzione di un impegno pubblico preciso:

1) Per l’adozione di un PRG che argini le speculazioni sul territorio;

2) Per i Giovani del territorio (impianti sportivi e centri culturali);

3) Per gli anziani e i disabili che non devono essere emarginati e lasciati soli.

La sfida sembra lanciata all’amministrazione, alla quale gli attivisti chiedono che la costruzione del cimitero venga inserita in un programma ben preciso, e reso noto dinanzi ai cittadini di Pioppo, in un’assemblea pubblica.

LEGGI ANCHE:

https://www.filodirettomonreale.it/2020/01/20/nuovo-cimitero-di-monreale-la-consulta-di-pioppo-contraria-perplessita-per-limpatto-ambientale/

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.