San Cipirello, l’accusato di minacce querela l’ex sindaco per diffamazione

Sul Giornale di Sicilia ora arriva anche la versione dell’uomo che contrattacca alle accuse

Controdenuncia per l’ex sindaco di San Cipirello Vincenzo Geluso da parte della persona che lo stesso aveva denunciato. Anche S.L.G, imprenditore jatino del settore rifiuti, si è recato dai Carabinieri per denunciare la vicenda accaduta in via Mazzini, a San Cipirello.

Geluso, come aveva riportato Filodiretto, ha proceduto a denunciare ai carabinieri le presunte offese ricevute dall’uomo. “Sei un pezzo di sbirro e cornuto”, avrebbe detto all’ex sindaco S.L.G. il quale, con fare minaccioso, si sarebbe avvicinato per colpirlo. La presenza di alcuni concittadini però avrebbe evitato che tra i due avvenisse il contatto fisico.

Sul Giornale di Sicilia ora arriva anche la versione dell’uomo che contrattacca e spiega la sua versione dei fatti avvenuti nei pressi dell’autolavaggio di via Mazzini. L’uomo ha denunciato Geluso per diffamazione. “È lui che mi ha chiamato cornuto e sbirro – sostiene – Mentre passavo mi ha detto ‘Ora ti fineru i spirtizzi’”.

Da quello che si apprende dal quotidiano l’imprenditore e il politico fino a due anni fa i rapporti sarebbero stati idilliaci. Poi qualcosa andò storto tanto che i due furono protagonisti di una lite nel corso della gara per l’affidamento del servizio della raccolta dei rifiuti nel comune jatino. La vicenda finì in tribunale ed è tutt’ora in corso un procedimento.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.