Guendalina abbandonata con una corda al collo, oggi è felice con una nuova famiglia

La cagnetta era stata lasciata nella periferia di Monreale. Dopo un lungo calvario adesso vive a Pordenone

MONREALE – Questa è la storia di una dolce cagnetta, qualcuno si ricorderà di lei altri magari avranno già scordato di averla abbandonata. Dopo un lungo calvario durato mesi Guendalina, è il nome che le è stato dato dalle volontarie Ermenegilda Pecoraro e Silvana Lo Iacono, adesso sta bene è felice ma soprattutto ha una nuova famiglia. Vive a Pordenone con due ragazze che l’hanno adottata per regalarle il tepore di una casa.

Non si è mai lamentata e opposta alle cure, Guendalina ha subito ben tre interventi. Durante il primo le è stato tolto il lipoma sotto la coda, e negli altri due il tumore alle mammelle con una mastectomia finale. Ma ce l’ha fatta. I suoi occhi erano fiduciosi e oggi è felice e scodinzola per la sua nuova casa con i suoi calzini alle zampe.

La cagnetta quest’estate aveva girovagato per il centro in cerca d’aiuto per diverse settimane. Si aggirava per la piazza camminando a fatica: un grosso tumore vicino la coda non le permetteva di essere agile. Da lì a pochi giorni qualcuno l’ha presa caricata su un’auto e portata in periferia legandola con una corda al collo.

Era luglio, faceva molto caldo e l’animale era stremato sotto il sole. Inutili sono stati i tentativi di alcuni residenti che per diversi giorni hanno fatto appello ai Vigili Urbani. Dopo incessanti chiamate sul posto è arrivato l’accalappia cani, scortato dalla Polizia, che dopo aver verificato l’assenza del chip, l’hanno recuperata e portata nei locali del depuratore. Non essendoci una struttura dove ricoverarla, la volontaria Ermenegilda l’ha presa in affido seguendo le fasi successive i vari interventi e la sua ripresa.

Di certo gli occhi dolci di Guendalina non potevano far restare indifferenti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.