Contratto decentrato, Giacopelli (Cisl): “Un testo che può soddisfare i lavoratori e incidere sul miglioramento dei servizi”

L’accordo sottoscritto stamattina dovrà essere acquisito dai revisori dei conti per poi avere il “via libera” della giunta. Gli effetti economici avranno decorrenza dal 1° gennaio di quest’anno

MONREALE – È stato raggiunto questa mattina a Villa Savoia l’accordo tra la delegazione sindacale e l’amministrazione comunale, rappresentata dal segretario generale Francesco Fragale, sul nuovo contratto decentrato integrativo valevole per il triennio 2019-2021, che interessa tutto il personale dell’ente.

A parere del segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, “l’intesa che abbiamo firmato è da valutarsi in termini senz’altro positivi, in quanto, dopo una trattativa tutt’altro che semplice, abbiamo esitato un testo contrattuale che può soddisfare i lavoratori e incidere proficuamente sul miglioramento dell’efficienza dei servizi da rendere ai cittadini”.

“È evidente – prosegue Giacopelli – che, come in tutte le vicende umane, il lavoro che è stato svolto in sede di contrattazione è migliorabile e perfezionabile: ciò che rilevo di positivo è, in ogni caso, il clima disteso di ritrovata collaborazione che si è instaurato fra le diverse forze sindacali. Chi pensava a una rinnovata e insanabile contrapposizione fra me e il collega Silvio Russo della Cgil sarà rimasto deluso: ci siamo infatti ritrovati d’accordo sostanzialmente su tutto, uniti dal comune interesse di tutelare i diritti dei lavoratori e di sostenerne le legittime aspettative”. Sull’accordo sottoscritto stamattina dovrà adesso essere acquisito il parere dei revisori dei conti, per procedere quindi, dopo il “via libera” della giunta, alla definitiva stipula del nuovo contratto decentrato, i cui effetti economici avranno comunque decorrenza dal 1° gennaio di quest’anno.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.