Boom di prestiti per arredamento: gli italiani rinnovano casa tra bonus mobili e realtà virtuale

Si sa, per gli italiani lo stile non è solo apparenza, è un modo di essere. Non si parla soltanto dell’abbigliamento ma anche del luogo che più di tutti abbiamo a cuore perché sentiamo come nostro: gli italiani tengono a casa propria e si preoccupano di curarne l’arredamento in ogni minimo dettaglio. 

Questo interesse è confermato dagli ultimi dati rilevati, che raccontano di come il Bonus Mobili è probabilmente il principale motivo per cui si è assistito a un vero e proprio boom dei prestiti per arredo durante il 2019.

Bonus Mobili e boom dei prestiti
Esteso a tutto il 2019 e prolungato anche al 2020, il cosiddetto Bonus Mobili consiste nel poter usufruire di uno sconto fiscale del 50% sull’acquisto di arredi, nell’ottica di interventi di ristrutturazione che siano iniziati nel 2018. Questo bonus ha determinato un aumento vertiginoso della richiesta di prestiti per arredamento, che quest’anno rappresenta il 16% del totale ed è al terzo posto fra le finalità più richieste. Al primo, con il 20%, troviamo invece la ristrutturazione della casa; al secondo, con il 19,6%, l’acquisto di un’auto usata.

Quando si tratta di prestiti il problema è rappresentato dagli interessi, ma la buona notizia è che al momento questi ultimi si assestano su tassi storicamente bassi; 8,97% per il credito finalizzato, 9,98% per i prestiti personali. Ancora più allettante il tasso medio dei prestiti online, che si aggira attorno ad una media del 6%. 

Oggi inoltre, i consumatori che vogliono accendere un finanziamento possono sfruttare i nuovi servizi presenti sul web, come ad esempio Younited Credit, che consentono di richiedere i prestiti direttamente online e svolgere tutte le pratiche in forma telematica. 

Arredare casa con la realtà virtuale

Se, come appena visto, la tecnologia si dimostra un’alleata di volta in volta più sorprendente nella vita di tutti i giorni, oggi può addirittura rendere più agevole e veloce la scelta dell’arredamento. Questo procedimento delicato ha sempre richiesto molto tempo e pazienza, ma oggi chi vuole rinnovare l’arredamento può infatti affidarsi alla realtà virtuale.

Non è mai stato così facile reinventare gli spazi di casa, perché grazie alle app di realtà aumentata si può finalmente non solo immaginare ma anche visualizzare un’anteprima 3D di quella che potrebbe essere una nuova combinazione vincente di arredi per ogni stanza.

Questa utilissima novità di interior design è alla portata di tutti, visto che permette di scatenare gratuitamente la creatività anche a chi non è un professionista del settore, riducendo di molto i tempi necessari per la progettazione e la scelta, e consentendo di esplorare comodamente il potenziale dell’abitazione. Si possono provare in maniera virtuale varie disposizioni di mobili e complementi d’arredo e, se queste non dovessero convincerci, si possono poi cestinare senza aver sprecato né tempo né denaro. A svolgere il compito sono diverse app, tra le più famose troviamo quella del colosso dell’arredamento Ikea Place.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.