Palermo, le nuove linee tranviarie non sono a rischio, saranno realizzate

In questi giorni si parla di finanziamenti da restituire allo Stato, ma le nuove linee tranviarie non sarebbero a rischio a differenza di altre opere

PALERMO – In queste ore il web è invaso da notizie che stanno facendo discutere, ovvero, di un possibile annullamento del progetto delle nuove linee tranviarie a causa dei fondi da restituire allo Stato Italiano, ma il comune di Palermo ha subito smentito la vicenda dicendo che le nuove linee del tram non sarebbero a rischio.

Secondo alcune notizie non sarebbero mai più state realizzate le opere di prolungamento delle linee tranviarie su Via Roma, via Libertà e via Ernesto Basile. Per non parlare poi del sottopasso Perpignano, della realizzazione del Ponte Corleone, della messa in sicurezza delle parti rocciose di Monte Pellegrino e di altre opere molto importanti per un valore complessivo di oltre 2 milioni di Euro.

Non tutte queste opere “forse” potranno essere realizzabili, fanno sapere dal Comune, ma le linee tranviarie non sarebbero a rischio perché il progetto esecutivo è a carico della ditta vincitrice che si aggiudicherà l’appalto. L’iter e il progetto definitivo sono pronti e sono già stati approvati, per cui l’intera rete potrà essere cantierizzata per avviare così i lavori. Non si esclude la pubblicazione del bando di gara per la progettazione esecutiva e dei lavori tra febbraio e marzo 2020.

Intanto, tra circa due settimane, il Ministero dei Trasporti pubblicherà la graduatoria delle città ammesse al finanziamento. 

Al comune si propone la realizzazione di una nuova linea Tranviaria che potrà fungere da snodo importante per l’attuale linea 4 al Parcheggio Emiri collegando esso con il Teatro Massimo. Questa linea, spiega chi la propone, potrebbe essere molto importante per chi ogni giorno si sposta verso il centro città dal parcheggio portando soprattutto più ordine alle strade tutt’oggi trafficate.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.