Corso internazionale sulla Dieta Mediterranea in Portogallo

Tra febbraio e marzo a Monreale il corso nazionale

Si è tenuto a Faro in Portogallo dal 27 al 29 novembre il corso internazionale sulla Dieta Mediterranea. A Monreale il corso nazionale, tra febbraio e marzo.

Il corso internazionale sulla Dieta Mediterranea è stato coordinato ed ospitato dall’Università di Algarve. Oltre 50 partecipanti in rappresentanza dei 12 partner di MD.net, formatori nazionali, parti interessate e relatori con l’obiettivo di preparare i partner all’attuazione dei corsi di formazione nazionali che si svolgeranno durante il primo semestre del 2020.

Il corso è stato strutturato in tre workshop tematici: Paesaggio naturale e culturale, Patrimonio alimentare e gastronomico e Patrimonio culturale e turismo. Ognuno di questi panel ha visto la presenza di relatori in rappresentanza del settore accademico, pubblico e delle imprese. Dopo le presentazioni, si è svolta una tavola rotonda per lo scambio di esperienze tra relatori e partecipanti. Nel corso dei panel, è stato organizzato un seminario in cui i partecipanti hanno discusso su come valorizzare e promuovere la dieta mediterranea. Il terzo giorno, le visite di studio si sono concentrate sulla presentazione di esperienze diverse che riflettono lo stile di vita mediterraneo in Algarve, visitando aziende del settore agricolo ed ecomusei del territorio.

Oltre alla formazione, i partecipanti hanno avuto la possibilità di conoscere la cucina portoghese cucinando una “Cataplana”, un piatto tradizionale a base di pesce dell’Algarve e socializzare durante una cena cocktail con prodotti alimentari provenienti da diverse regioni.

Come risultato finale della formazione, i partecipanti hanno ultimato le loro attività con una chiara comprensione di ciò che ci si aspetta dai loro corsi di formazione nazionali e una serie di materiali e metodologie a supporto della loro attuazione.

In Sicilia i corsi si realizzeranno a Monreale, nei mesi di febbraio e marzo, attuati dall’Ecomuseo delle Terre Normanne, sotto il coordinamento del Coppem e con l’assistenza tecnica dell’Ufficio Regionale ICCN per l’Europa e il Mediterraneo. Saranno adoperati diversi impianti metodologici (seminario, workshop, progettazione partecipata, training formale e non formale) rivolti ai seguenti operatori della filiera della Dieta Mediterranea e dei processi a quadrupla elica: Amministratori pubblici, locali e regionali
Esperti, accademici e rappresentanti del mondo della ricerca
Enti profit e no profit della produzione agricola, e particolarmente del settore del vino, dell’olio e del grano
Operatori dell’accoglienza, del turismo e della ristorazione di qualità, pubblici e privati Scuole di ogni ordine e grado
Settore della comunicazione e dei media.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.