Rifiuti: il TAR sospende l’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura nei confronti della Mirto

In seguito all’interdittiva il comune aveva tolto il servizio alla Mirto e affidato alla New System Service di Marsala

PALERMO – Il Tribunale Amministrativo della Regione Sicilia avrebbe sospeso l’interdittiva antimafia emessa solo una decina di giorni fa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto di San Cipirello, la società impegnata a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per il comune di Monreale. Il documento non è stato ancora recapitato al comune, ma l’indiscrezione sembra confermata. E sarebbe la seconda volta che, nel giro di pochi mesi, i magistrati intervengono sull’atto amministrativo emesso dalla Prefettura nei confronti della Mirto.

Infatti già ad agosto la Prefettura aveva cancellato la società dalla White List. Il comune di Monreale di conseguenza aveva avviato la pratica per interrompere il rapporto di lavoro con la società, sostituendola con la New System Service di Marsala, giunta seconda nella gara d’appalto.

Ma allora, durante i giorni necessari al passaggio di consegne tra le due società, la Mirto, rappresentata dall’avvocato Giovanni Immordino, aveva impugnato l’atto dinanzi al TAR che il 30 agosto aveva sospeso l’interdittiva, consentendo così alla ditta di continuare a svolgere, senza soluzione di continuità, il servizio per il comune di Monreale, in attesa del suo pronunciamento.

In seguito alla seconda interdittiva, emessa il 20 novembre, il comune di Monreale aveva tolto il servizio alla Mirto (con la quale ancora tra l’altro no nera stato firmato il contratto) affidandolo, anche stavolta, alla New System Service (sotto riserva di legge). La società di Marsala già da lunedì ha cominciato ad operare sul territorio monrealese, tra l’altro assumendo le 12 unità ex ATO non prese in carico dalla Mirto, assieme ad altre 9 (ex Tech).

Se la notizia della sospensione emessa dal TAR dovesse essere confermata, non ci sarà, assicura il sindaco Alberto Arcidiacono, una marcia indietro. Il servizio è stato affidato alla New System Service e non tornerà alla Mirto. Ulteriori decisioni verranno rimandate a quando il Tribunale Amministrativo si esprimerà sul ricorso presentato dai legali della Mirto.

LEGGI ANCHE:

Nuova interdittiva antimafia per la ditta Mirto, riunione d’urgenza in Sala Rossa

Monreale, servizio rifiuti ancora alla ditta Mirto: il TAR sospende l’interdittiva antimafia

 

Rifiuti: il TAR conferma la sospensione all’interdittiva antimafia …https://www.filodirettomonreale.it › 2019/10/16 › rifiuti-il-tar-da-ragione-a…

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.