Furto all’Università di Palermo, sangue ovunque, indaga la Polizia

Un ladro sarebbe entrato nell’edificio 19 e tentando di rubare l’incasso del distributore sarebbe rimasto ferito

PALERMO – Sembra che sia successo qualcosa di grave, qualcuno che si è picchiato con qualcuno o roba simile, invece no. Si tratterebbe, infatti di un ladro che ha distrutto un distributore automatico per rubare l’incasso, spargendo il proprio sangue ovunque.

Il tutto è accaduto nella notte tra domenica e lunedì presso l’edificio 19, uno degli edifici di più recente costruzione, denominato anche polididattico. Ad accorgersene è stato ieri mattina il personale che ha segnalato l’episodio agli uffici amministrativi dell’università e avrebbe immediatamente allertato la Polizia che giunta sul posto e vista la situazione ha richiesto anche l’intervento della Scientifica. Sono stati effettuati i rilievi prelevando alcuni campioni delle tracce ematiche trovate sulla macchinetta e sul pavimento. La Polizia ha  acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver filmato il ladro mentre si feriva alle braccia per poter distruggere le parti in metallo e rompere tutto.

Le foto del sangue sparso attorno e sulla macchinetta sono state diffuse sui social e nei vari gruppi degli studenti universitari, che allarmati si sono sbizzarriti con le più vaghe ipotesi. C’è chi si chiede, poi, come mai tutto ciò sia passato inosservato, nonostante vi sia una continua sorveglianza da parte dei vigilanti della Mondialpol.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.