Nasce “Il Mosaico” 2.0: “Avanti con gli impegni presi con gli elettori per il bene della città”

Un nuovo coordinamento e un nuovo comitato tecnico

Il movimento “Il Mosaico”, che attualmente sostiene il sindaco di Monreale Arcidiacono, si riorganizza e fonda le basi per diventare una forza di governo della città più strutturata e incisiva. Una sorta di Mosaico 2.0 è nato ieri nella seconda conferenza organizzativa del movimento che si è svolta ieri a Poggio San Francesco.

Sono stati numerosi i tesserati e i simpatizzanti che hanno voluto analizzare le tante criticità della città di Monreale con un approccio scientifico e uno spirito propositivo e condiviso. “Il Mosaico – dichiara il portavoce Roberto Gambino – è una forza di governo a fianco dell’amministrazione Arcidiacono e necessita di una riorganizzazione profonda finalizzata a dare il giusto supporto per l’approfondimento tecnico e operativo al gruppo consiliare e ai due Assessori che fanno parte della squadra di governo. Per portare avanti gli impegni presi con gli elettori e per realizzare la missione per cui è nato il movimento, cioè quella di contribuire a cambiare in meglio la nostra Monreale,  bisogna passare da una fase di studio e approfondimento a un’azione concreta che migliori la nostra capacità amministrativa  e renda  i cittadini parte attiva nei principali processi amministrativi e di sviluppo”.

“Siamo consapevoli che la condizione del nostro comune è decisamente critica e che rifiuti, personale e situazione economico-finanziaria sono le tre tematiche sulle quali focalizzare maggiormente l’attenzione e sulle quali è necessario che ci sia un quadro chiaro e condiviso con i cittadini.- Conclude Gambino.- Per l’area dell’innovazione, stiamo lavorando sul versante della progettazione europea grazie alla recentissima istituzione dell’”Ufficio Europa” anche tramite l’accordo fra il nostro Comune e il COPPEM. Inoltre, stiamo lavorando a un progetto formativo pilota, organico e mirato alla valorizzazione del personale, grazie al coinvolgimento di partner istituzionali nazionali, regionali e locali”.

A conclusione dei lavori è stata messa ai voti e approvata per acclamazione una nuova struttura  che prevede un coordinamento formato dal portavoce e dal suo vice nelle persone di Roberto Gambino ed Enzo Alongi, da Manuela Abate, responsabile dell’organizzazione,  Gianni Di Miceli, tesoriere, Enza Bruno, addetto stampa, Angelo di Nicola, responsabile della comunicazione, Claudio Schiera, responsabile gruppo giovani e politiche sociali, Enrico Russo, supporto tecnico al gruppo consiliare, Salvo Versaci, delegato del Comitato tecnico e Natale Giordano, delegato dell’Ecomuseo.

L’assemblea ha poi votato un comitato tecnico formato da: Salvo Versaci (Cultura e spettacolo), Andrea Rizzo (Affari legali e beni confiscati), Angelo Scuzzarella e Giovanni Di Miceli (riorganizzazione RR. UU. Comunali); Daniela Campanella (randagismo), Gioacchino Di Verde, (servizi socio-assistenziali), Giovanni La Scala e Liliana Cancemi (pubblica Istruzione), Giuseppe Magnolia e Silvio Termini (Sviluppo urbano), Enzo Terruso e Salvo Campanella (disabilità), Biagio Cigno (politiche della terza età), Nino Lo Iacono (sport), Natale Giordano (Ecomuseo) e Nicola Calamusa e Simone Marchese (Informatizzazione servizi). Rosanna Marcianò, Giovanni Sirchia e Roberto Gambino faranno, infine, parte del Collegio dei Garanti. Il processo di riorganizzazione, come sottolineato in conferenza di organizzazione, è dinamico e pertanto si aggiungeranno altri referenti sia per tematiche che per rappresentanza delle comunità territoriali.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.