Monreale, il responsabile dell’ufficio finanziario in procinto di lasciare l’incarico a soli due mesi dalla nomina

La dott.ssa Vitale aveva ricevuto a settembre la posizione organizzativa. Intanto per il ruolo di dirigente solo 3 candidati

MONREALE – Sembra che a Monreale, la gestione del settore finanziario dell’ente sia una patata troppo bollente, e le sue poltrone, di conseguenza, poco ambite.

Solamente a maggio l’amministrazione Arcidiacono si era insediata alla guida della municipalità, e già a luglio il dott. Giuseppe La Fiora, aveva rinunciato all’incarico di assessore al bilancio (ufficialmente per motivi personali). Adesso sembra che anche il funzionario recentemente messo a capo della sezione finanziaria dell’ente stia per fare le valigie.

Si tratta della dott.ssa Pierina Vitale, istruttore direttivo contabile al comune di Cinisi, con il quale il comune di Monreale ha sottoscritto una convenzione. La dottoressa Vitale viene utilizzata dall’11 settembre per 24 ore settimanali presso il Comune di Monreale. Si tratta di un incarico temporaneo, con scadenza il 30 novembre 2019.

La notizia non è ancora ufficiale, ma sembra che a breve la dott.ssa Vitale rassegnerà le sue dimissioni, senza neanche attendere la naturale scadenza del suo incarico.

Non si sa ancora se la scelta sia dovuta ad esigenze personali o se sarà piuttosto riconducibile al complesso compito che la Vitale si sarà trovata a gestire in questi due mesi. 

Il comune è in dissesto finanziario. A febbraio era stato approvato il bilancio stabilmente equilibrato, relativo al triennio 2018/2020, ma ancora, dopo nove mesi, si attende l’approvazione del Ministro degli Interni che aveva mosso alcuni rilievi. Inoltre la poltrona di ragioniere generale è stata lasciata vuota in seguito al pensionamento del ragioniere Modica, e l’assessore al bilancio, che è subentrato dopo le dimissioni del dott. La Fiora, non si trova in possesso di quelle competenze professionali necessarie per dare supporto alla dott.ssa Vitale. 

Nella determina del segretario generale che ha portato alla sua nomina, a settembre, si legge che “non vi sarebbero altri dipendenti del comune in grado di svolgere con competenza le funzioni previste”. Parole che stanno a sottolineare come l’area affidata al funzionario di Cinisi, al quale il segretario aveva assegnato la posizione organizzativa, sia piuttosto complessa.

“Per l’esperienza e le professionalità maturate – si legge nella determina – sono state individuate (il riferimento è anche al dott. Girolamo Campanella, designato a capo dell’ufficio tributi) come le figure più adatte a svolgere l’attività di coordinamento e di direzione di una struttura di particolare complessità, che prevede un alto grado di autonomia gestionale e organizzativa”.

Tra i compiti assegnati alla dott.ssa Vitale c’è la redazione operativa del bilancio e del conto consuntivo, il DUP e il PEG. Ancora, deve redigere una relazione semestrale sull’andamento del risanamento e riequilibrio del bilancio, in ausilio all’attività dei revisori, fornire assistenza all’attività del Collegio dei Revisori e redigere la parte contabile del bilancio consolidato e del bilancio economico patrimoniale.

La dott.ssa Vitale, se confermerà le dimissioni, rinuncerà all’indennità di posizione e di risultato.

Intanto, il mese scorso, il comune aveva indetto una selezione per il conferimento di un incarico a tempo determinato (scadenza a fine ottobre 2022) per dirigente contabile, da mettere a capo dell’Area Gestione Risorse.

Giorno 24 ottobre sono scaduti i termini. Ma sembra che il ruolo di dirigente, a Monreale, non sia molto ambito. Sono infatti pervenute solamente tre domande (di cui una non è stata ammessa alla selezione).

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.