Oggi è 21/01/2020

Cultura

Dall’autobus di Rosa Parks a quello di Alessandria: scene di ordinaria intolleranza

C’è un clima di crescente intolleranza, di razzismo latente o esplicito, ancora più enfatizzato dal silenzio di tanti cittadini

Pubblicato il 9 novembre 2019

Dall’autobus di Rosa Parks a quello di Alessandria: scene di ordinaria intolleranza

Molti sconoscono la storia di Rosa Parks, la sarta statunitense di colore che, stanca dopo una lunga giornata di lavoro, si rifiutò di alzarsi dal posto che aveva occupato, in un autobus riservato ai bianchi. Per tale ferma e legittima opposizione venne arrestata e messa in prigione. 

Intorno a questa figura di donna nera, che nel 1955, con un gesto semplicissimo, diede il via alla reazione di massa dei neri a Montgomery, sono nate e si sono sviluppate tutte le altre realtà di protesta, contro le iniquità di un sistema sociale tremendamente ingiusto. 

Il comportamento coraggioso di Rosa Parks diventò la scintilla della protesta degli afroamericani. Un personaggio semplice, che divenne la chiave di volta di un periodo storico che ha ispirato e ispira ancora oggi la letteratura mondiale. 

Dopo i fatti di Montgomery, la società americana e quella mondiale iniziarono a cambiare: una nuova onda rivoluzionaria e democratica riuscì a travolgere, con impeto, le storture di una società ottusa e discriminante.

Quante conquiste da allora!!!

Quanti diritti depredati, offesi e calpestati diventarono finalmente realtà!!!

La democrazia è un esercizio quotidiano talmente semplice, da divenire una facile abitudine. Essa, spesso, è così scontata che finisce per fare da contraltare a piccoli e grandi campanelli d’allarme che dovrebbero allertare, ma che in realtà vengono puntualmente sottovalutati e considerati amenità su cui sorvolare.

Uno di questi tintinnii sinistri proviene, quasi agli albori di un 2020 che si annuncia già carico di inquietudine, da un autobus italiano, esattamente come da un autobus americano, 64 anni orsono, partì, al contrario, quella luminosa e ribelle scintilla di libertà che travolse il mondo.

Alessandria, Novembre 2019

Una mamma e una bambina di circa 7 anni salgono su un bus di linea. Sono nere…la piccola prova ad occupare un posto libero, vicino ad una signora anziana, ovviamente bianca, italiana, normale. La signora guarda la bambina e incredibilmente la rimprovera, dicendole: “NO NO TU QUI NON TI SIEDI!” 

Vittoria Aneto, consigliere comunale (di area dem), intima alla donna di far sedere la bambina, ma lei insiste e ribatte, in modo arrogante, le dice di farsi gli affari  suoi. La madre della piccola sembra mortificata, rassegnata, vergognata, guarda a terra e non dice nulla. 

A quel punto la consigliera alza la voce suggerendo, in malo modo, alla signora di fare sedere immediatamente la bambina ed esortandola a vergognarsi. La signora a quel punto fa sedere la piccolina, ma continua a borbottare e a guardarla schifata. Tutte le persone sull’autobus guardano, in parte compiaciute, in parte no…nessuno osa dire nulla. 

Bene, chiunque provi a semplificare, giustificare, negare, ovattare la realtà, distrugge inesorabilmente un frammento di giustizia, un microgrammo di democrazia, un pizzico di umanità. Perché queste sono scene di ordinaria intolleranza, che chiunque stia minimamente attento al mondo può cogliere con gli occhi, con le orecchie…può sentire nell’aria. Magari non così esplicite, più soffuse, stemperate in una parola scortese, in uno sguardo schifato, in un gesto sgarbato… ma ci sono, esistono, quotidianamente, intorno a noi, dentro di noi.

Se poi l’inopportunità e la scorrettezza superficiale di certi comportamenti viene sottolineata da qualcuno, c’è subito qualcun altro che risponde sempre alla stessa maniera, con il solito ritornello stanco, buono per tutte le occasioni: “con tutti i problemi che ci sono in Italia!”, “Non sono razzista però…”, “stiano a casa loro, che noi abbiamo già i nostri guai!”. Espressioni di rabbia ostentata, di negazione, di scherno e di complicità nei riguardi del clima di crescente intolleranza, di razzismo latente o esplicito, ancora più enfatizzato dal silenzio dei più. 

Quel girarsi dall’altra parte di tante persone comuni è diventato il nostro modo di agire usuale, e quelle stesse persone che notiamo abbassare lo sguardo e far finta di non badare alle porcherie che la realtà sbatte in faccia a tutti, siamo semplicemente noi, chiusi nel nostro individualismo senza gioia e senza condivisione. 

Queste sottigliezze di un comportamento comune ormai radicato, diventano un atteggiamento serpeggiante che ci accomuna, che ci riguarda e di cui spesso non ci rendiamo conto. 

Se solo ci osservassimo dall’esterno, se solo ci guardassimo tra vent’anni, chissà se proveremmo un filino di vergogna per questo modo di agire amorfo che, in talune situazioni si tinge, a tratti, del cupo e odioso colore dell’omertà. Il meccanismo subdolo e perverso che noi siciliani (e non solo noi) abbiamo conosciuto e continuiamo a conoscere fin troppo bene.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • “Dialogo sulla corruzione”: a Monreale la presentazione del libro dell’arcivescovo Pennisi e del prefetto Sammartino

    Cultura

    MONREALE - Sarà presentato venerdì 31 gennaio alle ore 16 presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale il volume “Dialogo sulla corruzione. Giustizia e legalità, impegno per il be..

    Continua a Leggere

  • Ted amplia la sua offerta formativa. Nella scuola specializzazioni nel settore hi-tech

    Cultura

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/869428606836445/ PALERMO- Se il mercato del lavoro dei prossimi decenni sarà incentrato sull’alta tecnologia allora è ora che i giovani siciliani vengano formati per affrontare questa sfida. P..

    Continua a Leggere

  • Monreale, al via i lavori in via Torres

    Cultura

    [gallery ids="131723,131724,131726,131727,131728,131729"] MONREALE - Iniziati i lavori di restauro e riqualificazione della scalinata di via Torres che dal parcheggio conduce al centro storico della città normanna. L’intervento consentirà di riqualificare la struttura e ri..

    Continua a Leggere

  • Nuovo cimitero di Monreale: la consulta di Pioppo contraria, perplessità per l’impatto ambientale

    Cultura

    MONREALE - Tra i 5.000 e i 6.000 loculi, una cappella, servizi igienici. È quanto previsto dal progetto di fattibilità presentato al comune di Monreale da Agorà, un consorzio di imprese, sul futuro cimitero monrealese.

    Continua a Leggere

  • Nonna Melina compie 102 anni, il segreto? Cibo sano e tanto amore ((FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="131684,131685,131686"] Grande festa a Corleone per la signora Emanuela Campanella conosciuta da tutti comw “Nonna Melina”. La signora ha compiuto 102 anni, circondata dall’affetto della sua bella famiglia numerosa. Ad omaggiarla con un mazzo di fiori anche il vice sindaco de..

    Continua a Leggere

  • Multa dai 60 ai 300 euro per chi getta i mozziconi di sigarette, il comune diventi da esempio alla Sicilia

    Cultura

    MONREALEForse perché sono piccoli la gente crede che siano innocui, ma è uno dei rifiuti più inquinanti al mondo, sto parlando dei mozziconi di sigarette. Contengono 4000 sostanze tossiche e se buttati a terra inquinano quals..

    Continua a Leggere

  • Scuola, Open day il 21 gennaio alla Veneziano-Novelli

    Cultura

    MONREALE - Il 21 gennaio alla Veneziano-Novelli si svolgerà l'Open day. In occasione di questo ormai tradizionale appuntamento i partecipanti potranno visitare i locali scolastici e vivere attivamente quanto la scuola offra in termini di percors..

    Continua a Leggere

  • Strage Portella della Ginestra, morta Concetta Moschetto una tra gli ultimi sopravvissuti

    Cultura

    PIANA DEGLI ALBANESI - Era sopravvissuta alla strage di Portella della Ginestra. È morta Concetta Moschetto, la donna di Piana degli Albanesi era reduce di una delle pagine più nere del Novecento italiano: la prima strage dell'Italia repub..

    Continua a Leggere

  • Messa in sicurezza del torrente Corleone, in arrivo 300 mila euro

    Cultura

    CORLEONE - L’Ufficio del Genio civile di Palermo ha impegnato 300 mila euro per un intervento urgente sul torrente Corleone, che attraversa il centro abitato. La somma servirà a mettere in sicurezza una parte dell’argine destro del corso d..

    Continua a Leggere

  • A Casa Cultura “Viaggio musicale lungo le vie diverse del mondo”

    Cultura

    MONREALE - “Viaggio musicale lungo le vie diverse del mondo..

    Continua a Leggere

  • “LA NOTTE DEI LICEI CLASSICI”, e il Liceo “Basile-D’Aleo” di Monreale magicamente si trasforma in un eccellente teatro (FOTO)

    Cultura

    [gallery ids="131588,131589,131590,131591,131592,131593,131594,131595,131596,131597,131598,131599,131600,131601,131602,131604"] MONREALE - Parlare male della scuola italiana è un luogo comune, un facile esercizio la cui pratica è, purtroppo,..

    Continua a Leggere

  • Monta la protesta in via Adragna, “la strada della vergogna”

    Cultura

    MONREALE - Una situazione “drammatica” è quella che vivono ormai da anni i residenti di via Adragna, una strada che a definirla tale ci vuole davvero coraggio. https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/16432134150850..

    Continua a Leggere

  • Paura a San Martino delle Scale, branco di cani aggredisce un gruppo di passanti

    Cultura

    Attimi di paura questa mattina a San Martino delle Scale dove un gruppo di cani ha aggredito un gruppo di persone. La vicenda si è consumata in contrada Rinazzo. Una gruppo di persone che passava dalla zona si è visto attaccare da un gruppo di cani randagi che sono soliti stazionare nella zona ..

    Continua a Leggere

  • Ispezione al Comune di Partinico, rischio scioglimento per possibili infiltrazioni

    Cultura

    Il Comune di Partinico è a rischio scioglimento. L'ultima parola l'avrà la Commissione ispettiva inviata dal Ministro dell'interno per accertare se effettivamente l'attività amministrativa dell'ente sia stata condizionata. Partinico è attualmente amministrata da una Commissione che si è inse..

    Continua a Leggere

  • “Sei un maledetto vecchio …”, la Polizia chiude casa di riposo a una monrealese

    Cultura

    Aveva perpetrato una serie di azioni vessatorie e mortificanti nei confronti, in particolare, di un anziano degente, peraltro sofferente e disabile. E così è stata chiusa dalla Polizia di Stato, in seguito ad un’ordinanza emessa dal Comune di Palermo, la struttura denominata “AN..

    Continua a Leggere

  • Scompare un ragazzo a Palermo, trovato morto sotto il ponte Oreto

    Cultura

    Era scomparso da casa da 24 ore ed è stato trovato morto questo pomeriggio sotto il ponte Oreto. Il corpo senza vita d A.P., 30 anni, è stato trovato senza vita. Da ieri mattina era scomparso dalla sua casa nel quartiere Oreto, a Palermo. Il corpo del giovane, che probabilmente si è gettat..

    Continua a Leggere

  • Monreale, incidente sulla circonvallazione: torna a casa il giovane di 17 anni

    Cultura

    MONREALE - Sta bene G. M., il ragazzo di 17 anni rimasto vittima ieri sera di un brutto incidente sulla circonvallazione di Monreale. Il giovane, originario di Pioppo, viaggiava a bordo di un ciclomotore quando si è scontrato contro una vettura...

    Continua a Leggere

  • Derattizzazione alla media Morvillo, domani scuola chiusa

    Cultura

    MONREALE - Domani verrà chiusa la scuola media dell’I.C.S. “Francesca Morvillo” di via Biagio Giordano 10. È stata emessa nella tarda mattinata  di oggi l’ordinanza sindacale. La chiusura ..

    Continua a Leggere