“Cannistru e Castagne”, dall’1 al 3 novembre martorana, tetù, pupi di zucchero e artisti di strada

Fiera dei morti, il 2 novembre al Circolo Cultura “l’evento Tra cultura e Tradizione”. Il 3 novembre in aula Novelli: proiezione cartone “Coco”

MONREALE – Si aprirà l’1 novembre a piazzetta Vaglica “Cannistru e Castagne”, la prima edizione della Fiera dei morti che prevede per la giornata iniziale il percorso a tema con esposizione di gastronomia tradizionale: martorana, tetù, taralli, pupi di zucchero e muffolette. Dalle ore 18 alle 24 artisti di strada e musica live animeranno la cittadina.

“Cannistru e castagni” questo è il sottotitolo scelto per la prima edizione della Fiera dei Morti che si aprirà a Monreale venerdì 1 novembre, dove è previsto il taglio del nastro da parte del sindaco Alberto Arcidiacono e del Presidente dell’Associazione Commercianti di Monreale Filippo Tusa. La manifestazione si concluderà domenica 3 novembre.

Sabato 2 novembre alle ore 17, invece, nel Circolo Cultura Italia si svolgerà “Tra cultura e Tradizione”. L’evento prevede una dimostrazione della produzione di martorana, a cura del maestro N. Venturella dell’Associazione Accademia Sicilia. A seguire dei racconti di A. Camilleri “Il giorno dei morti”, letto dalla prof.ssa A. Vinciguerra, poesie “Lu dui di novembri” di M. Sapienza. Interverranno i professori: L. Aricò, C. Burgio e D. Balsano. A chiusura prevista una degustazione di martorana. Dalle 18 alle 24 per le vie di Monreale si esibiranno artisti di strada, con la partecipazione della compagnia “Duo minuti” – circo contemporaneo, e musica dal vico.

L’ultimo giorno, domenica 3 novembre alle ore 11, in Corso Pietro Novelli ci sarà una dimostrazione della produzione di martorana a cura delle Bontà di Peppe. Alle ore 17, in aula Novelli sarà proiettato il cartone animato “Coco”. A seguire, alle ore 19 ci sarà uno spettacolo danzante Coco Dance & Co, organizzato da Susanna La Corte.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.