Salviamo L’Oreto, ammesso il progetto: circa 7 milioni di euro per la realizzazione del parco

“Puliamo il Fiume Sant’Elia”, domenica prossima un’iniziativa per riscoprire il fiume e per pulirlo dai rifiuti

MONREALE – È stato definito dal comitato Salviamo L’Oreto “un giorno epocale nella storia del martoriato Oreto”. In effetti lo è. Il progetto del ZSC ITA020012 “Valle del Fiume Oreto – Sentiero Natura ed interventi manutentivi” è stato valutato ammissibile al finanziamento con fondi PO-FESR 2014-2020 per 6.812.438,43 € , grazie alla costanza e all’impegno profuso in questi anni soprattutto da parte del Comitato promotore. Un supporto importante è arrivato anche dalla vasta community, sensibile alla problematica, e dalle istituzioni.

“Non ci fermiamo e non ci fermeremo il nostro Oreto resta e resterà la nostra prima battaglia e il nostro primo target”, scrive sui social il comitato. Salviamo L’Oreto nasce dall’idea di agire concretamente per la riqualificazione del Fiume Oreto e della sua valle, da anni in stato di abbandono e degrado. L’importante intervento gioverebbe non solo al fiume ma a tutta Palermo. Infatti, molte città riscrivendo il proprio rapporto con l’acqua hanno riavviato la propria economia. Il progetto comprende anche la realizzazione di un parco.

È grazie al concorso “I luoghi del cuore” FAI che si è cercato di risvegliare l’attenzione sull’annoso problema, trasformandolo in una occasione di recupero del patrimonio naturalistico e delle borgate che su di esso insistono. Per iniziare un cammino verso la rinaturalizzazione dei tratti extraurbani e della urbanizzazione ragionata dei tratti urbani, il Fiume Oreto necessità in primo luogo di essere reso fruibile al pubblico, poi di un monitoraggio delle attività illecite di cui è spesso vittima.

Il comitato “Salviamo L’Oreto”, grazie alla collaborazione di tanti cittadini e realtà associative, è riuscito a raggiungere un obiettivo che apre uno spiraglio su quella che potrebbe essere una prima riqualificazione di luoghi abbandonati e vittima di abusivismo e illegalità. Un fiume devastato dall’incuria dell’uomo che lungo i suoi argini ha riversato di tutto e di più.

Domenica prossima il Comitato Pioppo Comune ha organizzato la giornata “Puliamo il Fiume Sant’Elia”, un modo per riscoprire il fiume e per pulirlo dai rifiuti. Il raduno è previsto alle ore 09.00 davanti al Bar Di Giorgi a Pioppo. È consigliato indossare scarponcini o stivaletti. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.