Oggi è 20/11/2019

Cronaca

Monreale, la Corte d’Appello dà ragione all’ing. Busacca: il comune dovrà pagargli circa 130.000 €

Il comune non aveva pagato nel 1999 un progetto elaborato da uno studio di ingegneri, ma per i giudici si trattò di indebito arricchimento

Pubblicato il 23 ottobre 2019

Monreale, la Corte d’Appello dà ragione all’ing. Busacca: il comune dovrà pagargli circa 130.000 €

MONREALELa Corte d’Appello di Palermo ha accolto le ragioni dell’ing. Maurizio Busacca, dirigente comunale a capo dell’Ufficio Tecnico, nella vicenda che ormai da anni lo vedeva contrapposto al  Comune di Monreale.

In particolare con la pronuncia dei giorni scorsi, la Corte d’Appello ha riconosciuto al Dirigente il diritto al rimborso di una somma pari ad oltre 110.000 €, somma che lo stesso ingegnere Busacca aveva sborsato in seguito ad una condanna subita in primo grado, per fatti risalenti al 1999.

Con delibera di giunta (sindaco Salvino Pantuso), di efficacia immediata, risalente al 10 febbraio ’99, munita di tutti visti di conformità, compresa l’indicazione del capitolo di bilancio, il Comune di Monreale aveva conferito incarico ad un team di ingegneri al fine di espletare uno studio di fattibilità relativo al recupero e alla riqualificazione della zona urbana circostante il complesso monumentale.

Tale studio prevedeva la realizzazione di opere finalizzate allo sviluppo sostenibile del territorio il cui finanziamento doveva avvenire attraverso la partecipazione al programma P.R.U.S.S.T. promosso dal Ministero dei Lavori Pubblici con decreto ministeriale dell’8 ottobre ’98.

La parcella prevista era di Lire 113.055.228 per ciascuno dei 4 professionisti incaricati dello studio, per un totale di lire 452.220.91, da attingere dal fondo rotativo per la progettualità istituito presso la Cassa Depositi e Prestiti.

Nella delibera si prevedeva anche di approvare lo schema di disciplinare di incarico, unitamente alla parcella preventiva, autorizzando al contempo il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, l’ingegnere Maurizio Busacca, a sottoscriverlo per conto dell’amministrazione. Ma il disciplinare non era mai stato firmato dal responsabile dell’U.T.C.. Ciononostante, i professionisti avevano dato seguito all’incarico.

Il problema era sorto quando, in seguito ad apposita richiesta di integrazione da parte della Cassa Depositi e Prestiti, il 18 maggio 1999 la giunta aveva deliberato un diverso importo da richiedere, con previsione anche delle opere da costruire. Un mese dopo, la Cassa Depositi e Prestiti aveva però comunicato l’impossibilità di finanziare lo studio di fattibilità mediante l’utilizzo del fondo indicato dal Comune che, a questo punto, si era rifiutato di pagare i compensi professionali richiesti dagli ingegneri.

Ma poco prima che arrivasse la risposta della Cassa Depositi e Prestiti, il 20 maggio, lo studio era stato approvato dalla giunta, tanto che il 6 luglio 1999 l’allora commissario straordinario del Comune avrebbe provveduto alla variazione dello strumento urbanistico vigente proprio in base allo stesso studio.

La parcella agli ingegneri, nonostante le formali richieste, non venne pagata e in due, Vittorio Mastrorilli e Mario Genco, con il patrocinio dell’avv. Franco Di Carlo, decisero di adire le vie legali, citando in giudizio l’intera Giunta comunale che aveva deliberato l’incarico e che ai tempi era costituita dal sindaco Salvino Pantuso, dagli assessori Claudio Burgio, Salvatore Sardisco, Salvatore Porrovecchio, Domenico Lo Coco (quest’ultimo defunto, per cui verranno chiamati in giudizio la moglie Susanna Noto, e i figli Giovanna Lo Coco e Stefano Lo Coco), nonché il dirigente dell’ufficio Tecnico, il dott. Maurizio Busacca, in qualità di responsabile del procedimento. Anche il comune di Monreale venne citato per rispondere eventualmente in via solidale in caso di condanna dei soggetti citati.

Nell’ottobre del 2006 al termine dell’istruttoria, il Tribunale Civile di Palermo diede ragione agli ingegneri e condannò gli amministratori e il dirigente al pagamento della somma di lire 113.055.228, pari a 58.388,15 €, al lordo dell’IVA, più 11.057,75 € di interessi, per ciascuno dei due ingegneri che avevano presentato ricorso.

A seguito di tale condanna l’ingegnere Busacca aveva convenuto in giudizio il Comune di Monreale  chiedendone la condanna dello stesso Ente al pagamento di un indennizzo a titolo di indebito arricchimento.

Il Tribunale Civile di Palermo, con la sentenza n. 3572 del 2013, in accoglimento parziale delle domande avanzate tra gli altri dall’ing. Busacca, dall’ex Assessore Burgio e dagli eredi Lo Coco, condannava il Comune di Monreale al pagamento in favore degli stessi della somma di €139.089,80 oltre agli interessi e alla rivalutazione monetaria, nei confronti di Maurizio Busacca, Claudio Burgio, e degli eredi di Domenico Lo Coco, oltre a rifonderli per le spese legali sostenute, per un totale superiore ai 12.000 €.

Il giudice, in quella circostanza, riconobbe l’avvenuto indebito arricchimento da parte del comune. L’ente aveva infatti utilizzato il progetto elaborato dallo studio tecnico. Anche se il finanziamento non era stato accordato e l’opera pubblica da sovvenzionare non era stata realizzata, la predisposizione dello studio era stata utilizzata dal comune per richiedere il finanziamento, motivo per cui il comune avrebbe dovuto pagare i professionisti. 

Avverso tale sentenza il Comune di Monreale, rappresentato dall’Avv. Girolamo Rizzuto, presentò Appello. 

La Corte di Appello di Palermo, con sentenza parziale, dichiarava cessata la materia del contendere tra il Comune e il Burgio, compensando tra loro le spese di lite.

La causa, pertanto, fu rimessa sul ruolo e disposta Consulenza Tecnica Contabile al fine di valutare nel concreto la fondatezza della pretesa del Busacca (rappresentato dall’avvocato Giuseppe Mazzarella) e degli eredi Lo Coco (rappresentati dall’avvocato Francesco Ganci) e la somma loro dovuta dal Comune a seguito degli esborsi effettuati a favore degli ing. Genco e Mastrorilli sulla scorta della sentenza del 2006.

Da ultimo, con la sentenza n. 2031 pubblicata il 17.10.2019, la Corte di Appello di Palermo ha accertato che solamente Busacca aveva realmente eseguito i pagamenti in favore dei due professionisti, per un importo di euro 51.369,17 nei confronti dell’ing. Mastrorilli e di euro 50.279,89 nei confronti dell’ing. Genco. Nulla, invece, avevano ancora corrisposto gli eredi del Lo Coco e, conseguentemente ha condannato il Comune di Monreale a corrispondere a Maurizio Busacca la somma di euro 110.245,86, pari a quanto già sborsato, più rivalutazione monetaria e interessi, calcolati dal C.T.U., fino al mese di dicembre 2018, oltre agli interessi legali calcolati a partire dal 5 dicembre 2018. Il Comune di Monreale è stato condannato anche a pagare a Maurizio Busacca le spese processuali, liquidate in 7.700 € più spese generali, CPA e Iva. La Corte ha invece rigettato la richiesta di indennizzo avanzata dagli eredi Lo Coco condannandoli al pagamento delle spese legali a favore del Comune.

Il Comune così come gli eredi Lo Coco potrebbero valutare di Ricorrere in Cassazione.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • I mosaicisti monrealesi si mettono in mostra in Polonia alla TT WARSAW

    Cronaca

    L’assessorato al Turismo di Monreale da oggi è presente ad una delle più importanti e prestigiose fiere del settore turistico in Polonia, la TT WARSAW, che si svolgerà per la 27esima volta nei giorni 21-23 novembre nel palazzo-simbolo di Varsavia, il monumentale Palazzo della Cultura ..

    Continua a Leggere

  • Diritti dei bambini, flash mob in piazza degli alunni della Guglielmo II

    Cronaca

    [gallery ids="125082,125083,125084,125085,125086,125087,125088,125089,125090"] Oggi si celebra la giornata mondiale dei diritti dei bambini che ha visto protagonisti, sin dalle 10 del mattino, i piccoli alunni dell’infanzia e primaria della scuola I.C.S. Guglielmo II. I bambini hanno percors..

    Continua a Leggere

  • Aids e sifilide tornano a fare paura, aumentano le infezioni in Sicilia tra i giovani

    Cronaca

    In Sicilia tornano a fare paura i virus dell'Hiv, la sifilide e altre malattie sessualmente trasmissibili. L'allarme riguarda soprattutto i giovani tanto l'Asp ha avviato una campagna di sensibilizzazione che prevede tra le altre iniziative screening gratuiti e info..

    Continua a Leggere

  • Capo Gallo continua a “sgretolarsi”, necessario un intervento di messa in sicurezza

    Cronaca

    PALERMO - Capo Gallo è ormai conosciuta come la riserva naturale più bella della Sicilia, dopo quella dello Zingaro, dove ogni anno, soprattutto d’estate, milioni di turisti corrono a farvi un bagno. Però i milioni di turisti non sanno ch..

    Continua a Leggere

  • Accessori per impianti elettrici: dalle fascette di plastica alle etichettatrici per cavi

    Cronaca

    L’impianto elettrico è fondamentale per portare elettricità in un appartamento, in un ufficio e in una qualsiasi struttura. Serve per garantire tanto l’illuminazione quanto il funzionamento di dispositivi elettronici ed elettrodomestici. Le basi per realizzare un buon impianto..

    Continua a Leggere

  • Giornata Mondiale della Filosofia, a Monreale il convegno “La filosofia e i diritti di cittadinanza globale”

    Cronaca

    MONREALE - Nella giornata di domani 21 novembre, presso l’Aula Consiliare Biagio Giordano, alle ore 09,30, in ottemperanza alla Giornata Mondiale della Filosofia, evento creato dall’UNESCO che di norma si celebra il terzo gio..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Violenza sulle donne: “quando è codice rosso”. Focus sulle donne straniere

    Cronaca

    MONREALE - Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne stabilita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre del 1999, con la risoluzio..

    Continua a Leggere

  • Nuova interdittiva antimafia per la ditta Mirto, riunione d’urgenza in Sala Rossa

    Cronaca

    MONREALE - Una nuova interdittiva antimafia è stata emessa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto SRL di San Cipirello, la società impegnata a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per il comune di Monr..

    Continua a Leggere

  • Maxi confisca al boss Guttadauro, società e libretti intestati a prestanome

    Cronaca

    Confiscati i beni di Giuseppe Guttadauro, ex medico dell'ospedale Civico di Palermo ritenuto essere il vertice del mandamento mafioso di Palermo-Brancaccio. Questa mattina i carabinieri del ROS, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo - Direzione Distrettuale Antimafia, hanno es..

    Continua a Leggere

  • Monreale vola in Europa con un ufficio per attrarre fondi e per la progettazione europea

    Cronaca

    Monreale vuole avvicinarsi all’Europa e si prepara a dare avvio ad un nuovo organo che potrebbe creare concrete occasioni di sviluppo economico, culturale e sociale e di scambio grazie all’istituzione dell’Ufficio Europa. L’idea nasce dal lavoro del movimento “..

    Continua a Leggere

  • Running Sicily Coppa Conad, la Marathon Monreale vince il trofeo

    Cronaca

    I podisti monrealesi portano a casa la vittoria, per la prima volta la Marathon Monreale vince il Running Sicily- Coppa Conad. La premiazione si svolgerà il 13 dicembre alle 17,30 a Villa Savoia, un grande spettacolo sportivo per Monreale. Al secondo posto del podio la Universitas, mentre al terzo ..

    Continua a Leggere

  • Concorso infermieri, esteso ai neo laureati in Scienze infermieristiche

    Cronaca

    PALERMO - Sarà riaperto il concorso per reclutare nuovi infermieri in Sicilia in modo da consentire la partecipazione anche dei neo laureati in Scienze infermieristiche. L’ha annunciato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, inter..

    Continua a Leggere

  • Su Palermo torna il sole, temperature in aumento

    Cronaca

    PALERMO - Dopo giornate ventose e con pioggia sulla città di Palermo tornerà a splendere il sole. Infatti, da domani sul Mediterraneo occidentale si formerà una zona di Alta Pressione che tenderà a portare tempo stabile e soleggiato. Un po’..

    Continua a Leggere

  • I mafiosi? “Uomini del disonore”, soldi da “spaccaossa” e reddito di cittadinanza (VIDEO)

    Cronaca

    Alla mafia di Brancaccio non solo i proventi di pizzo e droga ma anche i soldi delle truffe degli "Spaccaossa" e addirittura del reddito di cittadinanza.  A finire nelle maglie della squadra mobile di Palermo sono stati questa mattina Michele Marino, 50 anni, Stefano Marino, 47 anni, Nicolò..

    Continua a Leggere

  • Slot machine online o macchinette da bar? Ecco perché i giocatori preferiscono le prime

    Cronaca

    Quando si parla di gioco d’azzardo, sappiamo tutti che si tocca un tema caro a molti, tanto che l’Italia può essere considerata uno dei paesi di maggior successo per questo settore. Non deve dunque stupire che questo comparto abbia mosso dei passi da gigante in termini tecnologici, tanto che qu..

    Continua a Leggere

  • Monreale: al via Art in Fashion, moda, arte, cultura e spettacolo

    Cronaca

    MONREALE - Si aprirà domenica 24 novembre alle ore ore 17,30

    Continua a Leggere

  • Palermo, sgominata la famiglia mafiosa di Roccella, Sperone e Corso dei Mille

    Cronaca

    [gallery ids="124625,124626,124627,124628,124629,124630,124631,124632,124633"] È stato inferto un duro colpo al mandamento mafioso di Brancaccio questa notte, con l’arresto di 9 soggetti, tutti uomini, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere fin..

    Continua a Leggere

  • Alberto Arcidiacono eletto nel consiglio Regionale di Anci Sicilia

    Cronaca

    Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono è stato inserito nel coordinamento regionale dell’Anci, l’associazione che unisce i comuni italiani. Il neoeletto avrà anche il compito di attuare un dialogo con le parti sociali per portare alla risoluzione di problematiche centrali come i rifiu..

    Continua a Leggere