Il Ficus Magnolie del Belvedere Comunale, colpito da una grave infezione, ma presenta ancora segni vitali

Oggi un sopralluogo del prof. Torta dell’UNIPA, il Ficus colpito da un fungo, serve un intervento immediato

MONREALE – Uno dei Ficus Magnolie del belvedere comunale è in pericolo. La pianta è stata attaccata all’interno del tronco e nell’apparato radicale da conformazioni fungine che da un paio di mesi stanno mostrando i loro “frutti”. L’estirpazione di tali “frutti” non risolverebbe il problema dato che il micelio (l’apparato vegetativo dei funghi, formato da un intreccio di filamenti detti ife) si è esteso all’interno della cavita del tronco e con molta probabilità anche ai rami.

Le cause di tale infezione, perché di questo si tratta, potrebbero attribuirsi a vari fattori che si sono protratti nel tempo. Una potrebbe essere il crollo del muro, avvenuto nel 2011, che ha lasciato le radici scoperte, un’altra la perdita di un tubo che per tanti anni ha riversato acqua senza che si potesse notare in superficie alcun segnale.

Dopo varie segnalazioni, l’amministrazione ha fatto redigere una relazione all’Agronomo comunale, nella figura della dottoressa Gullo, da dove si evince la sua preoccupazione per la salute del ficus. 

Dopo aver letto la relazione dell’Agronomo, anche se non ho competenze in materia e conoscendo sin dai suoi splendori il “Paziente” in questione, mi ero reso conto che, come diceva la Dottoressa Gullo, la situazione attuale non era per nulla da prendere sottogamba, ed è per questo che alcuni giorni fa, per avere più informazioni possibili e più specialistiche, mi attivai personalmente rivolgendomi alla Facoltà di Agraria e più precisamente col Professore Luciano Gristina, Docente di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, che, dopo aver visto le foto ed ascoltato le mie parole, mi presentava il Prof. Livio Torta, ricercatore e docente di Fitopatologia dell’Università degli Studi di Palermo, che ha mostrato interesse e la sua totale ed immediata disponibilità.

Durante questo primo incontro ho mostrato al Professore alcune foto del ficus prima che si ammalasse ed alcune della situazione in cui versa. Le sue prime impressioni, seppur tratte da immagini poco dettagliate, non sono state confortanti. È chiaro, mi ha sottolineato, che considerazioni più precise si possono e devono fare sul posto. 

A conclusione di questo proficuo primo incontro, il Prof. Torta mi suggeriva di far fare una richiesta ufficiale da parte del Comune di Monreale al direttore della Facoltà di Agraria, nella persona del Prof. Stefano Colazza, Direttore del Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali (SAAF) dell’Università degli Studi di Palermo, affinché il Dipartimento potesse intervenire in maniera ufficiale con un primo sopralluogo. Richiesta che l’amministrazione ha inviato prontamente ricevendo in tempi brevi una risposta positiva da parte del Dipartimento. E così, dopo alcuni accordi quest’oggi il Professor Torta si è recato al Belvedere Comunale. Presenti a questo primo incontro l’assessore Pupella, l’assessore Taibi, e il consulente del Sindaco, Salvo Giangreco.

Quello che è emerso da questo primo sopralluogo non fa disperare. Il Professore ha notato segnali vitali, come l’allungamento di alcune radici aeree e la nascita di nuovi apparati fogliari. Questi, ha sottolineato, sono segnali positivi. Ma non c’è ombra di dubbio che l’infezione ci sia e che quindi bisogna fare alcuni interventi in tempi brevi. Il Prof. Torta si è riservato di redigere una prima relazione che invierà il prima possibile, ed altresì ha intenzione, a breve, di incontrare il Sindaco per poter organizzare un tavolo tecnico, in modo da avere più possibili linee guida da seguire affinché il nostro ficus possa accompagnare i nostri nipoti, pronipoti e tante altre generazioni a venire, per come ha fatto in quasi 200 anni.

1 Commento
  1. pippo scrive

    qui ci vuole la mano del ex ministro tonino russo lui lo sa come fare sparire uil virus del ficus

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.