“Non smarrire alcuna parola”, domani si inaugura la mostra del maestro Mario Lo Coco

Esposti i libri in ceramica di Mario Lo Coco, all’inaugurazione un intervento del prof. Aldo Gerbino

Un nuovo evento culturale caratterizzerà, il prossimo weekend, la nostra città. Si inaugura, infatti, venerdì 18 ottobre alle ore 18,00 presso il Complesso Monumentale “Guglielmo II”, la mostra del ceramista monrealese Mario Lo Coco “Non smarrire alcuna parola”, organizzata dall’associazione culturale “Venero Monreale” presieduta dall’architetto Giuseppe Magnolia, e curata dal prof. Aldo Gerbino.

Non sarà la “solita” mostra di oggetti di ceramica da ammirare; si tratterà piuttosto di un incedere tra i vari pensatori antichi e moderni che con i loro scritti hanno caratterizzato e influenzato la cultura occidentale.

Mario Lo Coco, con questa mostra, vuole anche rendere omaggio al proprio fratello Giuseppe, prematuramente scomparso 8 anni fa, insegnante di Filosofia presso il liceo “Benedetto Croce” di Palermo.

Lo Coco, nelle opere in esposizione, si rifà – come ha scritto Piero Longo – “…alla tecnica giapponese Raku che, dopo la sua diffusione in occidente, ha subìto una tale trasformazione e reinventazione da parte dei nostri artisti, e Mario Lo Coco è uno di questi, che sembrerebbe quasi votata alla totale occidentalizzazione.

Mario Lo Coco è nato e vive a Monreale. Ha frequentato il locale istituto d’arte conseguendo il relativo titolo. Ha esposto in numerose gallerie d’arte sia nazionali che internazionali e hanno scritto su di lui vari giornalisti e critici d’arte.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 18 al 27 ottobre 2019 e prevede due eventi collaterali: il primo, il giorno dell’inaugurazione con un intervento del prof. Aldo Gerbino e il secondo, giorno 25 ottobre alle 21, una lectio magistralis del prof. La Mantia dell’Università di Palermo incentrata sulla figura del prof. Antonino Noto, eminente figura di filosofo e intellettuale monrealese.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.