Crocifisso nelle aule scolastiche, sì o no? Il sondaggio su Filodiretto

Fioramonti: “Via i Crocifissi dalle aule, credo in una scuola laica”

“Credo in una scuola laica, ritengo che le scuole debbano essere laiche e permettere a tutte le culture di esprimersi non esporre un simbolo in particolare”. Le parole del ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti hanno riacceso lo scontro tra favorevoli e contrari al crocifisso nelle aule delle scuole italiane.

Ha creato un vespaio mediatico e sta suscitando reazioni di disapprovazione da parte del mondo cattolico, favorevoli da parte di atei e agnostici. Per dare spazio anche alla vostra opinione abbiamo voluto lanciare il sondaggio “Crocifisso nelle aule scolastiche, sì o no?”. Nella pagina Facebook di Filodiretto potete esprimere il vostro voto.

L’esposizione della croce nelle aule scolastiche sarebbe “una questione divisiva” secondo il Ministro Fioramonti che invece  preferisce una “scuola laica”.

Diverse le posizioni contrarie a quella del titolare del dicastero della scuola. Tra queste quelle dell’arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, che parla di una inutile polemica: “La proposta di togliere il Crocifisso dalle aule scolastiche comporta il rischio che questo simbolo universale di fraternità venga strumentalizzato a livello politico e diventi un segno divisivo. Il Ministro non può non tener conto dei vari pronunciamenti del Consiglio di Stato, della Corte Costituzionale e anche della Grande camera della Corte Europea dei diritti dell’uomo”.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.