Addio al Mosaico di Francesco Troia, Gambino: «Spero ci ripensi, il gruppo è coeso»

La decisione dell’avvocato comunque ha spiazzato il gruppo che spera in un ripensamento

MONREALE – Si dice spiazzato Roberto Gambino dalla fuoriuscita dal movimento civico “Il Mosaico” di Francesco Troia. L’avvocato monrealese ha annunciato nei giorni scorsi, con un post Facebook, l’addio al gruppo che sostiene la maggioranza guidata da Alberto Arcidiacono.

Gambino, che è il portavoce del movimento, non riesce a darsi una spiegazione. “Il gruppo non può fare altro che prendere atto di quanto scritto da Francesco Troia”, afferma Gambino che, prima di sbilanciarsi, vorrebbe confrontarsi con quello che era uno dei pilastri del gruppo.

Troia, infatti, è stato uno dei fondatori de “Il Mosaico”, assieme a Roberto Gambino e all’attuale consigliere Francesco La Barbera. La decisione dell’avvocato comunque ha spiazzato il gruppo composto non solo da Consiglieri comunali ma anche da semplici cittadini che hanno deciso di mettersi in gioco e lavorare per le sorti della città. “Dispiace per Francesco Troia che è stato uno dei fondatori del movimento – aggiunge il leader del Mosaico –  il gruppo è compatto, lavora bene e la fuoriuscita di Francesco è una battuta di arresto che non può fare piacere. Spero che ci ripensi”.

Gambino intanto definisce “coeso e in chiara fase di spinta nei confronti dell’amministrazione” il gruppo che ha saputo comunque metabolizzare la scelta di supportare la causa dell’attuale sindaco. Nel corso dei prossimi giorni il movimento riprenderà i lavori dopo la pausa estiva, con un nuovo organigramma, una nuova segreteria e nuovi progetti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.