Il Mosaico perde la prima tessera, l’addio al movimento di Francesco Troia

All’interno del Movimento regnerebbe un profondo stato di malcontento

MONREALE – “Il Mosaico” perde una delle sue tessere più importanti.  Il movimento civico monrealese inizierebbe così a manifestare alcuni segnali di cedimento dopo la decisione di appoggiare la candidatura dell’attuale sindaco Alberto Arcidiacono nel corso del ballottaggio del maggio scorso.

Francesco Troia non è più membro del movimento cittadino. L’avvocato monrealese si è affidato alle pagine dei social per comunicare la fuoriuscita da quello che era stato un progetto a cui aveva creduto sin dall’inizio assieme al suo leader Roberto Gambino. Una mancanza importante, Troia è uno dei fondatori del movimento e ne deteneva addirittura la tessera numero due. «Non riesco a giustificare situazioni che non sono più giustificabili – scrive su Facebook -. Il Movimento politico “Il Mosaico”, che ho contribuito a fondare, non mi rappresenta più e, pertanto, non ne sono più espressione”.

“Tengo a precisare che la mia scelta non è minimamente legata a dissapori o contrasti con il sindaco Arcidiacono” – ha precisato Troia ai nostri microfoni – “ma soltanto al percorso intrapreso dal Mosaico”.

L’addio di Francesco Troia potrebbe rappresentare un campanello d’allarme per tutti gli iscritti al Movimento? Il gruppo ha un ruolo fondamentale nella scena politica del Comune, poichè, come detto, sostiene la maggioranza del sindaco Arcidiacono e detiene in Consiglio comunale una folta rappresentanza.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.