Italia Viva? Silvio Russo: “No, appartengo e rimango nel Pd”. E a Monreale i democratici si riorganizzano

Sul fronte Italia Viva primi incontri interlocutori, si valuta la formazione di un gruppo consiliare

MONREALE – C’è chi resta nel PD, c’è chi va via e chi invece è in attesa di capire se seguire Matteo Renzi nel suo nuovo partito Italia Viva. Sono in tutto 30 i deputati e i senatori necessari al rottamatore per formare due gruppi autonomi alla Camera e al Senato e diventare l’ago della bilancia in Parlamento del governo Conte II.

Anche a Monreale l’invito di Renzi ad aderire a Italia Viva sta destando qualche interesse. Non soltanto tra iscritti al Partito Democratico. Anche tra chi ha abbandonato già da qualche tempo la casa Dem c’è chi guarda con molta attenzione alla nuova formazione politica. E c’è chi pensa di trovarvi quella casa che possa accoglierlo. I primi incontri interlocutori si stanno tenendo, piuttosto riservati, anche per valutare se in consiglio comunale si possono trovare adesioni per creare un gruppo.

Giura invece fedeltà ai dem Silvio Russo: “appartengo e rimango nel Pd”. “Perché non vado via? Posso spiegare perché rimango – afferma il sindacalista della CGIL e uno dei massimi esponenti del PD locale -. Sono rimasto all’interno del partito quando c’era a capo Renzi, figuriamoci adesso che è andato via. Sicuramente ci saranno meno litigi. Ho votato Zingaretti e credo nelle sue capacità”.

“Chi vuole ubbidire al capo va via con Renzi”. Così commenta la fuoriuscita dei dem Russo “il popolo della sinistra è abituato a ragionare da solo. Durante le primarie ho fatto il possibile per farsì che Renzi non prendesse voti a Monreale. Infatti la meglio al primo turno la ebbe Orlando”.

Il peso delle correnti politiche ha più volte creato diatribe interne al PD monrealese, in questi ultimi 5 anni, portandolo allo sgretolamento. Ma adesso è tempo di riorganizzarsi, il Pd sta tentando di rimettersi in piedi e probabilmente la scissione creata da Renzi può servire da marcia in più.“Diverse riunioni sono avvenute, il partito a Monreale ha i suoi iscritti. Daremo seguito alle indicazioni di Zingaretti”.

2 Commenti
  1. Lillo Sanfratello scrive

    Bella questa il Sig Russo sfascia il PD si fa una lista e al primo turno sostiene il candidato di destra alleandosi con Diventerà Bellissima ora si propone per ricostruire il PD ma stia nel suo habitat naturale che è la palude della politica senza identità .

  2. Lillo Sanfratello scrive

    Bisogna avere coraggio nel sostenere che vuole riorganizzare il PD dopo averlo sfasciato per queste amministrative sostenendo a primo turno il candidato Arcidiacono .mettendosi insieme a Diventerà Bellissima d’altro questo rispecchia la sua storia politica ovvero lo stare a sinistra per opportunità per poi farsi i fatti propri . La palude politica e stata sempre il luogo dove si è saputo sempre muoversi con disinvoltura .Io penso che se il PD vuole ripartire a Monreale il Sig Russo non ne deve fare parte invito tutti i simpatizzanti a manifestare questa intenzione è @ russo nella palude

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.