Omicidio a San Cipirello, c’è un indagato nel giallo di Nunzio Agnello

Si tratta di un uomo di 50 anni indagato per occultamento di cadavere

C’è un primo nome iscritto nel registro degli indagati riguardo al caso del presunto omicidio di Nunzio Agnello, 41 anni, avvenuto a San Cipirello il 15 giugno scorso.

La Procura di Palermo ha iscritto un uomo di 50 anni che risulta indagato per occultamento di cadavere. Dell’uomo non sono state rese note le generalità ma sarebbe accusato, secondo La Repubblica, di aver spostato il corpo di Agnello dal luogo in cui sarebbe morto fino a quello in cui è stato ritrovato, vivono la sua abitazione. L’uomo è dunque indagato per occultamento di cadavere.

Intanto continuano le indagini da parte dei carabinieri di Monreale sul giallo della morte dell’uomo trovato morto in via IV Novembre in avanzato stato di decomposizione, a tal punto che il medico non è riuscito a trovare evidenti tracce di ferite sul corpo.

L’unica sicurezza che hanno gli investigatori, che propendono sull’ipotesi dell’omicidio, è che Agnello non è morto sul luogo del ritrovamento ma sarebbe stato trasportato da qualcuno e l’orario della morte stimato dal medico legale è giovedì sera, 36 ore prima del rinvenimento il sabato mattina.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.