Gli ex amministrativi ATO Pa2 devono essere assunti dalla Srr, la Regione accelera

Una delle grosse incognite, rimaste fino a oggi senza una risposta riguarda la gestione del personale e degli amministrativi in particolar modo

Una raffica di incontri con le Srr per verificare il rispetto della normativa in tema di personale, di gestione del servizio e di impianti. Ora la Regione vuole accelerare nel percorso per l’attivazione delle società d’ambito che dovrebbero occuparsi di gestire il servizio rifiuti in Sicilia.

L’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, stringe il cerchio intorno alle società di regolamentazione per superare le criticità che ancora si registrano sul territorio.

Una delle grosse incognite, rimaste fino a oggi senza una risposta riguarda la gestione del personale e degli amministrativi in particolar modo, rimasti senza lavoro in seguito al fallimento delle società legate agli Ambiti territoriali ottimali (la Alto Belice Ambiente per quanto riguarda il territorio monrealese ndr). Se il personale tecnico è stato in parte riassorbito dalle ditte che si sono susseguite nel corso degli anni, lo stesso non può dirsi per gli amministrativi che sarebbero dovuti transitare nelle Srr.

Forse qualcosa si sta iniziando a muovere nei palazzi della Regione. Il 3 ottobre è previsto un altro incontro appositamente convocato in assessorato, che vedrà seduti allo stesso tavolo ancora le Srr, la Regione e i sindacati. L’obiettivo, si legge in una nota dell’assessore Pierobon, è appurare la situazione dei dipendenti, il loro passaggio alle nuove società ed eventuali violazioni di legge. In team con sindacati e Srr l’assessorato vuole mettere ordine e legalità sul personale accendendo i riflettori sugli appalti. “Non tollereremo assunzioni all’esterno o altre anomalie – spiega l’assessore Pierobon – bisogna assorbire tutto il personale storico nel rispetto di quanto previsto dalla legge regionale che regola il settore. Valuteremo lo stato delle procedure e quanto è stato fatto, quindi decideremo se sostituirci agli enti inadempienti”. 

Il dirigente generale dei Rifiuti, Salvatore Cocina, su input dell’assessorato, ha quindi convocato tutte le Srr dell’Isola predisponendo un fitto calendario. Nel pomeriggio di martedì 24 settembre toccherà alla Srr Palermo Ovest. Si parlerà tra i vari temi di individuazione del gestore del servizio integrato, di impiantistica, anche alla luce delle diffide del 23 luglio inviate ad alcune Srr che presentano le criticità più rilevanti, definendo pianificazione, localizzazione, progettazione e realizzazione di nuovi impianti. Quindi approfondimenti su procedure relative alla gestione degli impianti in house e dei servizi di trattamento dei rifiuti e procedure per il passaggio degli impianti dalle società d’ambito in liquidazione alle Srr.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.