Grisì, l’amministrazione si attiva per richiedere lo stato di calamità. Arcidiacono: “La settimana prossima farò richiesta alla Regione”

La situazione di Grisì, in seguito alle forti piogge di pochi giorni fa, è stata tale da richiedere l’intervento della protezione civile

MONREALE – Dopo l’inondazione delle strade di Grisì, risalente a qualche giorno fa, è diventata ancora più evidente la necessità di interventi urgenti per evitare che disagi di questo tipo si ripresentino nuovamente. In seguito alle forti piogge, infatti, l’acqua per le strade era arrivata al livello degli sportelli delle auto, impedendo totalmente il transito sia alle vetture che ai pedoni.

L’amministrazione si è subito attivata, iniziando un’interlocuzione col governo regionale. “Abbiamo già attivato tutti i canali – ha dichiarato il sindaco Alberto Arcidiacono -, la prossima settimana incontrerò Croce e lo staff del presidente della Regione per chiedere lo stato di calamità, poi la Regione chiederà l’autorizzazione al governo centrale. È stato già fatto un sopralluogo dalla protezione civile, sia durante le operazioni di soccorso ed emergenza sia successivamente al fine di quantificare i danni”.

La prossima settimana la questione passerà quindi sui tavoli della Regione che, a sua volta, inoltrerà la richiesta che sarà visionata dal governo centrale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.