Gambino a Sanfratello: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, non sulla sterile polemica e sulle inutili contrapposizioni”

“Superati i primi 100 giorni di amministrazione Arcidiacono faremo il punto sulla situazione con la cittadinanza”

MONREALE – “Solo ieri, in riferimento ad altra polemica, il sindaco Alberto Arcidiacono aveva sottolineato come la nostra amministrazione sia sostenuta da una coalizione fatta di tante sensibilità, competenze e relazioni politico-istituzionali in grado di attivarsi e collaborare alla soluzione dei problemi presenti nel territorio”. Il portavoce del Movimento civico Il Mosaico, Roberto Gambino, interviene replicando alle recenti dichiarazioni di Lillo Sanfratello, Gruppo politico Articolo 1

“Stiamo assistendo a uno spostamento a destra del progetto politico senza che altre forze presenti facciano sentire la propria voce”. Aveva dichiarato il coordinatore territoriale di Articolo 1.

“Forse non è chiaro – continua Gambino – quali siano le difficoltà in cui versa il nostro Comune un territorio, enorme, ormai in stato di abbandono cronico con cittadini che non sanno più cosa sia un servizio pubblico o comunale. L’organizzazione dei servizi, infatti, versa in uno stato veramente preoccupante e, nonostante tutto, si sta cercando di rilanciare una programmazione seria anche riprendendo quanto precedentemente arenato e attivando nuove progettualità”.

“Non è un mistero che la compagine che sostiene Alberto Arcidiacono – continua – e questa esperienza amministrativa, è composita e con diverse sensibilità politiche; ma questo, che può sembrare un limite, deve e può diventare una risorsa per tutte le nostre comunità territoriali che aspettano risposte concrete ed un impegno che non può avere un’impostazione ideologica senza senso per il contesto in cui operiamo”.

“Faccio presente all’amico e compagno Lillo Sanfratello, che si richiama al gruppo Articolo 1 – conclude il portavoce del Movimento civico locale – che l’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro: non è fondata sulla sterile polemica e le inutili contrapposizioni, soprattutto quando si lavora in favore di comunità locali in forte difficoltà. La democrazia permette il dialogo e il confronto (anche aspro) tra gruppi con impostazioni differenti ma che, assieme, possono lavorare per risolvere i problemi di un territorio in difficoltà e creare una prospettiva migliore. Superati i primi cento giorni di amministrazione Arcidiacono, con il Sindaco si è concordato che, quanto prima, faremo il punto sulla situazione amministrativa con la cittadinanza. La sfida – conclude – è questa, coniugare capacità di rispondere alle emergenze coniugando programmazione e favorendo la partecipazione. Siamo consapevoli delle difficoltà, ma si è appena partiti ed il percorso dura 5 anni”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.