Piana degli Albanesi festeggia la fondazione della città: 29, 30 e 31 agosto, ecco gli eventi in programma

Un programma di respiro internazionale, che vedrà la partecipazione di autorità e artisti esteri

PIANA DEGLI ALBANESI – Il 30 agosto 1488 è la data in cui il più grande polo albanese dell’isola siciliana si insediò, dando vito al primo centro abitato e alla costruzione dei primi edifici di culto religioso di rito bizantino. I profughi, fuggiti dall’invasione della penisola balcanica da parte dei turchi ottomani, cercarono rifugio nell’Italia meridionale.

Per il terzo anno l’amministrazione comunale di Piana degli Albanesi promuove con grande impegno un programma di celebrazioni per rendere la Sicilia un importante punto di convergenza di tutte le comunità Arberëshë d’Italia. Nei giorni 29, 30 e 31 agosto la città sarà quindi teatro di una serie di eventi culturali.

Il 29 agosto si terrà il percorso “Le vie dell’arte”, dedicato al patrimonio artistico, risalente al XVII secolo, conservato nelle chiese di San Nicola di Mira, Cattedrale di San Demetrio e San Giorgio Megalomartire. Le chiese ed il Museo Civico Nicola Barbato saranno visitabili gratuitamente dalle 17 alle 23. Sarà anche possibile visitare un’esposizione di gioielli siciliani del XVIII secolo realizzati seguendo l’antica tecnica della famiglia Lucito, presso “Gli ori di Piana”. Lo stesso giorno si terrà il convegno “L’arte a Piana degli Albanesi tra passato e presente”, che avrà come protagonisti personalità locali che hanno affrontato temi legati al territorio, con interventi sull’architettura, la storia e il restauro delle icone del XVII secolo.

Il 30 agosto si terrà il convegno “Tutela e valorizzazione della lingua Arbëreshë, che affronterà il tema linguistico alla luce dell’attenzione che l’Assemblea Regionale ha riportato sulle comunità albanofone, con l’approvazione della recente legge regionale n°10 del 20 giugno 2019 sulla salvaguardia dell’identità linguistica e culturale delle comunità Arbëreshë di Sicilia. Al convegno parteciperanno i sindaci dei comuni arbëreshë dell’Unione dei comuni Besa della Provincia di Palermo, l’assessore regionale alla formazione on.le Roberto La Galla e il ministro della Repubblica del Kosovo on.le Dardan Gashi. Sempre giorno 30 si esibirà il gruppo internazionale del Kosovo “Shota”, molto conosciuto dalla comunità albanese nel mondo e composto da 45 elementi. A concludere la giornata l’elezione dell’ambasciatrice Arbëreshë.

Il 31 agosto si terrà la manifestazione “Bashkë in Art”, letteralmente “Insieme nell’Arte”, promossa dall’associazione Bashkë, che favorisce la bellezza dell’arte in tutte e sue forme. Con un’estemporanea di pittura e scultura dal tema “L’arte a Piana degli Albanesi tra passato, presente e futuro” l’iniziativa vedrà coinvolti 30 artisti in uno spazio a cielo aperto, per dare la possibilità al pubblico di assistere alla realizzazione di ogni opera. Le opere vincitrici si aggiungeranno alla collezione delle opere premiate nelle edizioni precedenti e saranno conservate presso la sede dell’associazione.

“Questa terza edizione rappresenta una svolta nell’organizzazione della festa della fondazione di Piana degli Albanesi – ha dichiarato il sindaco Rosario Petta -, perché si passa da un coinvolgimenti strettamente locale delle prime due edizioni ad una festa con rilievo internazionale per la presenza di personalità di livello europeo partecipanti nel cartellone del programma dei tre giorni di eventi. Con gli eventi di cultura, esposizioni, degustazioni, visite guidate, estemporanee e proiezioni video, continua l’azione di promozione sociale, culturale, turistica ed economica della nostra comunità di Piana degli Albanesi, che sempre più mette in mostra le bellezze ed i suoi tesori”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.