A Monreale il campeggio vista «munnizza»: nuove frontiere nel campo del turismo

Una famiglia ha scelto Monreale attratta proprio da un degrado

MONREALE – Una città che combatte ogni giorno con i rifiuti è Monreale che oggi li trasforma in risorsa. Dopo l’autolavaggio «fai da te» allestito nella fontana dell’Abbeveratoio (LEGGI QUI), infatti, arriva anche il Campeggio con vista «munnizza». Arriva così il rilancio turistico della città che mira oggi ad attrarre anche una particolare nicchia turistica: i camperisti che amano i luoghi del degrado.

Da tre giorni, infatti, in piazzale Candido, campeggia una famiglia che ha scelto Monreale come meta per trascorrere qualche giorno, attratta proprio da un degrado che è raro trovare in altre località. Una montagna di rifiuti è sicuramente una forte attrazione tanto che si prevede, per la prossima stagione turistica, un boom di prenotazioni nei numerosi bed and breakfast della zona.

Per allietare le serate dei camperisti arriva anche un servizio innovativo che sembra stia spopolando tra i turisti «della munnizza»: l’autocompattatore. Un mezzo che offre ai visitatori la possibilità di apprezzare i profumi della Conca d’Oro. Il profumo che fuoriesce dal compattatore, mischiato a quello della montagna di rifiuti, inebria anche i fortunati residenti delle case popolari vicine.

Intanto il comitato Unesco ha annunciato un’altra novità che vede la candidatura di piazzale Candido nelle liste della World Heritage. Finalmente anche la monnezza monrealese, da rifiuto, diventa risorsa di rilancio economico.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.