Taglia poltrone, sarà legge? Chiazzese (M5s): “Chiediamo una convergenza delle forze politiche”

È crisi di Governo e in queste ore rischia di non essere mai attuata la riforma costituzionale dei 5 stelle

PALERMO – “Chiediamo una convergenza delle forze politiche, fondamentale il taglio del numero dei parlamentari”. Lo dichiara il deputato grillino Giuseppe Chiazzese. La riforma comporterebbe una sforbiciata al Parlamento che verrebbe sfoltito di 345  eletti. “Siamo il Paese europeo con il numero più alto di parlamentari”.

Nel frattempo è crisi di Governo e in queste ore rischia di non essere mai attuata la riforma costituzionale dei 5 stelle. Porterebbe dagli attuali 945 parlamentari a 600 totali (200 senatori e 400 deputati). Finora, infatti, il ‘taglia poltrone’, come lo ha ribattezzato il Movimento, ha superato le due letture conformi di Camera e Senato e la terza e penultima lettura da parte di palazzo Madama.

Nella scorsa votazione che si è svolta il 9 maggio alla Camera sul primo via libera alla riforma i voti a favore sono stati 310, i contrari 107 e 5 astenuti. Hanno votato contro Pd, Leu e una parte del gruppo Misto.

Sulla crisi di Governo non si sbilancia Chiazzese “procediamo per gradi, al momento il nostro obiettivo è trasformare in legge il lavoro che fino ad adesso abbiamo fatto”.

Il Paese doveva essere guidato dalle forze giallo-verdi invece è crisi di Governo in pieno Ferragosto e prima della fine dei cinque anni. Si sono aperte le trattative tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, anche se per ora l’accordo non è stato raggiunto. 

I coinquilini pentastellati della Lega potrebbero invece aprire un’intesa con il Pd.

“Il taglio dei parlamentari è un salva-Renzi. Fino all’anno prossimo non si potrebbe più tornare al voto e la coppia Renzi-Boschi (che ha sempre votato contro) salverebbe la poltrona”. Lo scrive su Twitter il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sostenendo che “una volta mandati a casa questi sciagurati non solo tagliamo le poltrone ma anche gli stipendi”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.