“Siamo fuggiti attraverso le fiamme per mettere in sicurezza i bambini”. Il racconto di chi ha visto le fiamme da vicino

“Invece di accendere i fiammiferi accendete il cervello”, il messaggio ai piromani dei residenti delle aree colpite dal rogo di venerdì scorso

MONREALE – Intorno alle 22,00 di venerdì scorso cominciano a sentirsi le urla, il panico prende il sopravvento. Sono le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona la tragedia dell’enorme incendio che ha avvolto monte Caputo. Le fiamme incombenti sulle ville, la paura, la confusione, il fuggi fuggi generale, anche attraverso le stesse fiamme, per portare la famiglia in salvo. Ma anche le immagini indelebili di chi ha visto da dove si sono accesi i primi focolai per poi propagarsi velocemente alimentate dal vento. Nel video il racconto di Danilo Mirto e dei vicini che con lui hanno vissuto in prima persona la tragedia dell’incendio.

Ma adesso emerge il timore delle frane. “L’assenza di alberi e di macchia non trattiene più il terreno. Chiediamo all’amministrazione di provvedere a mettere in sicurezza la strada sottostante attraverso la collocazione di barriere e di reti”.

“Invece di accendere i fiammiferi accendete il cervello”, “Fuoco ai piromani”. Alcuni residenti delle aree colpite dal rogo di venerdì scorso hanno manifestato con alcuni striscioni, per mandare un messaggio ai piromani. Con loro i consiglieri comunali Santina Alduina e Flavio Pillitteri.

Monreale, manifestazione contro i piromani

Monreale, manifestazione contro i piromani

Publiée par FiloDiretto Monreale sur Samedi 3 août 2019

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.