Oggi è 16/09/2019

Cronaca

Alcune telecamere potrebbero aver ripreso il piromane di Monreale, indagini in corso

Un’unica certezza per i carabinieri di Monreale: la mano è di un criminale

Pubblicato il 4 agosto 2019

Alcune telecamere potrebbero aver ripreso il piromane di Monreale, indagini in corso

Gli investigatori stanno lavorando per dare un nome e un cognome al presunto, o molto più probabilmente, ai presunti incendiari che hanno causato il grosso rogo di venerdì notte a Monreale. Gli investigatori stanno al momento analizzando le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza installate nelle vicinanze dei luoghi in cui sono partite le fiamme. La notizia è stata confermata dal TGR Rai. E i punti sono diversi, come ha confermato il dirigente generale del Corpo forestale della Regione Siciliana Filippo Principato.

Mentre si spera che le immagini abbiano ripreso il volto del responsabile, c’è un’unica certezza per gli inquirenti: l’incendio che ha distrutto decine di ettari di area boscata e che ha avvolto abitazioni, auto e reti elettriche, è fuori da ogni considerevole dubbio di natura criminale. I responsabili hanno agito con il chiaro intento di distruggere ma hanno anche rischiato di uccidere vite umane, appiccando il rogo in più punti e, soprattutto, in una notte caratterizzata dal forte vento di scirocco.

Sin dai primi attimi i residenti di monte Caputo e di San Martino delle Scale hanno avvertito la pericolosità di quel lungo fronte di fuoco che avanzava a velocità sostenute verso le case. Il sentore del pericolo dei residenti e la solerzia nei soccorsi da parte dei carabinieri di Monreale hanno evitato la tragedia. La mente «malata» che ha appiccato il fuoco non si è curata del fatto che lì c’erano dei bambini, degli anziani, delle persone con ridotta mobilità, delle persone che già dormivano e che sono state svegliate dallo crepitio delle fiamme che avanzavano. Chi ha agito alle 21.30 del 2 agosto 2019 sul monte Caputo merita una pena esemplare.

«Fuoco ai piromani» recita uno striscione apparso ieri pomeriggio ne pressi del pizzo del Corvo in via Regione Siciliana. Parole forti, certo, ma pregne di rabbia nei confronti di quella mano diabolica che ha generato il terrore e panico in una notte d’estate.

Intanto la comunità intera, com’è accaduto nell’agosto di due anni fa a Pioppo quando a bruciare fu Casaboli, chiede che venga fatta GIUSTIZIA e che l’incendio di monte Caputo sia un monito per chi amministra, affinchè inizi a dare risposte tangibili e concrete, rimaste sino ad oggi inascoltate.  

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Incidente nella notte, auto si ribalta in via Antonio Veneziano

    Cronaca

    MONREALE - Ancora un incidente, nella notte una Smart si è ribaltata dopo aver urtato un'altra vettura. Alla guida una donna che fortunatamente ha riportato solo qualche graffio. La donna di circa 30 ..

    Continua a Leggere

  • Nelle vie Pio la Torre e Salvatore Candido “Letture erranti di Antonio Veneziano”

    Cronaca

    [gallery ids="117434,117433,117435,117432,117431,117429,117428,117427,117426"] MONREALE - Dopo il successo di "Monreale Food e Feast" che ha riempito le vie di Monreale, da via Pietro Novelli alle piazze principali, continuano gli eventi inser..

    Continua a Leggere

  • A Casa Cultura presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”

    Cronaca

    MONREALE - Nella splendida cornice di Casa Cultura Santa Caterina ieri pomeriggio é stato presentato il libro di Ester Rizzo “Le Ricamatrici”.  L’evento culturale fa parte del calendario dell’estate monrealese ed è  stato..

    Continua a Leggere

  • Monreale, oggi ancora Food Feast e il concerto dell’orchestra Sinfonica Siciliana

    Cronaca

    MONREALE - Anche ieri ha fatto registrare il tutto esaurito il "Monreale Food Fest", la kermesse gastronomica che ha portato in città, per tre giorni, il migliore cibo da strada siciliano e monrealese.

    Anche ieri un fiume di visitatori ha preso d'assalto gli stand ..

    Continua a Leggere

  • Zona traffico limitato, fioccano le multe in piazza Guglielmo

    Cronaca

    MONREALE- Pizzicati mentre transitavano con l'auto da piazza Guglielmo, per i trasgressori sono fioccate le multe. Al varco gli automobilisti sono stati fermati dai Carabinieri che hanno elevato una decina di contravvenzioni. Questa ..

    Continua a Leggere

  • “Intrecci di filo”, la mostra di artigianato dell’associazione CreArt al circolo di cultura Italia

    Cronaca

    [gallery ids="117381,117382,117383,117384"] MONREALE - Il circolo di cultura Italia ospita da ieri la mostra di artigianato "Intrecci di filo", organizzata dall'associazione "CreArt Eventi" di Monreale e dal presidente del circolo Claudio Burgio. "Un'opera ..

    Continua a Leggere

  • Da via Pio La Torre rimossi due vasi ornamentali e spostati in via Roma. Pupella: “Stiamo riorganizzando l’arredo urbano”

    Cronaca

    MONREALE - Giovedì mattina alcuni operai hanno spostato due va..

    Continua a Leggere

  • Bonus prima casa anche su più unità, la sentenza della Cassazione

    Cronaca

    Un recente intervento della Cassazione (Ordinanza n. 17015/2019), a seguito di un ricorso da parte di un contribuente avverso la Commissione Tributaria regionale del Piemonte, interviene nel merito dell’


  • Grisì, l’amministrazione si attiva per richiedere lo stato di calamità. Arcidiacono: “La settimana prossima farò richiesta alla Regione”

    Cronaca

    MONREALE - Dopo l'inondazione delle strade di Grisì, risalente a qualche giorno fa, è diventata ancora più evidente la necessità di interventi urgenti per evitare che disagi di questo tipo si ripresentino nuovamente. In seguito alle forti piogge, infatti, l'a..


  • Russo a Intravaia: “Non mi interessa la caciara di chi è sempre dalla parte del potere”

    Cronaca

    MONREALE- "Ho letto con sincero divertimento (e non nascondo, con qualche punta di rabbia) l’


  • La mafia impone i frutti di mare ai locali di Mondello e Sferracavallo, tre arresti

    Cronaca

    La Polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di musura cautelare in carcere nei confronti di tre persone, tra cui due ritenute vicine alla famiglia mafiosa di Tommaso Natale


  • Corleone, una serata medievale conclude le manifestazioni estive

    Cronaca

    [gallery ids="117341,117342,117343,117344,117340"] CORLEONE - Un tuffo nel passato, tra dame e cavalieri, sbandieratori, musici e falconieri. I..


  • Le vie dei tesori, dal 4 ottobre al 3 novembre a Palermo

    Cronaca

    PALERMO - Le vie dei tesori, uno dei più grandi festival dedicati alla scoperta del pat..


  • Salvo Intravaia (Diventerà Bellissima): “Tonino Russo? Non ha mosso un dito durante gli anni in cui al governo c’era il Pd. Ora si scopre Deus ex machina”

    Cronaca

    MONREALE - “Gli "ex", certo, hanno il diritto di esprimere la loro opinione come tutti gli altri cittadini, tenendo conto, però, che da non ex non sono riusciti a realizzare quello di cui adesso accusano gli altri, con una pes..


  • Un successo “Monreale Food Fest”, fiumi di gente per la prima serata: oggi e domani si replica

    Cronaca

    [gallery ids="117326,117327,117328,117329,117330,117331,117332"] MONREALE - Il cibo mette tutti d'accordo. È stato un successo l'esordio di “Monreale Food Fest” che ha fatto riversare in centro migliaia di visitatori.  "Monreale Food Fest" ieri ha visto protagoniste le migliori speci..


  • Bando da 400 milioni per strade e beni pubblici. Arcidiacono: “Non possiamo partecipare senza approvazione del rendiconto di gestione”

    Cronaca

    MONREALE - È arrivata velocemente la risposta alla considerazione fatta oggi..


  • Gambino a Sanfratello: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, non sulla sterile polemica e sulle inutili contrapposizioni”

    Cronaca

    MONREALE - “Solo ieri, in riferimento ad altra polemica, il sindaco Alberto Arcidiacono aveva sottolineato come la nostra amministrazione sia sostenuta da una coalizione fatta di tante sensibilità, competenze e relazioni politico-istituzionali..


  • Messa in sicurezza strade e beni pubblici, bando da 400 milioni di euro. Costantini: “Spero che il Comune si sia attivato”

    Cronaca

    MONREALE - Sono 400 i milioni di euro destinati ai comuni che possono richiederli per effettuare interventi di messa in sicurezza su strade, scuole, altre strutture di proprietà comunale, ponti e..