Grave incendio a Monreale, c’è la mano di un folle: panico e disperazione. Arriva il Canadair

Il mezzo aereo ha già eseguito diversi lanci a San Martino delle Scale

Non può che esserci la mano di folle dietro l’incendio che questa notte ha generato panico e disperazione tra i residenti di monte Caputo. Un vero e proprio disegno criminale c’è dietro il maxi incendio che dalle 21.30 ha distrutto autonomobili, ha avvolto abitazioni, ha bruciato decine di alberi e numerosi ettari di macchia mediterranea. 

Erano le 21.30 e le fiamme, che secondo alcuni testimoni sono partite da più punti nella zona di Valle Corta e sotto il Castellaccio, in pochissimi minuti hanno creato un fronte di fuoco ampissimo. Alle 22 il rogo si era esteso già su tutto il promontorio, spinto dalle fortissime raffiche di vento. La mano criminale ha colpito, infatti, al buio, proprio quando nel territorio soffiava un caldo vento di scirocco. Alle 23 le fiamme avevano già raggiunto San Martino delle Scale. 

Tanta paura sui volti delle decine di persone che sono state costrette ad abbandonare le proprie case lungo via Regione Siciliana e nella frazione di San Martino delle Scale. Abbiamo visto gente piangere, bambini in lacrime, abbracci e tanti gesti di solidarietà. C’era chi vagava nel buio per cercare di scorgere la propria casa da lontano e controllare che questa non venisse inghiottita dalle fiamme e c’era chi si chiedeva come possa esistere gente che mette a repentaglio la vita di decine di persone per qualche interesse misterioso. 

Ieri notte è stato imponente il dispiegamento di uomini e mezzi. Sul posto sono giunte decine di auto dei carabinieri di Monreale in aiuto alle persone rimaste intrappolate nelle abitazioni. In aiuto anche alcune pattuglie della polizia di stato. 

Ai vigili del fuoco, al corpo forestale della Regione Siciliana, alla Protezione civile Regionale, all’associazione di Protezione civile Overland l’arduo compito di spegnere l’incendio. Diverse ambulanze del 118 sono arrivate per soccorrere alcuni intossicati da fumo. Il sindaco di Monreale , presente sul posto a coordinare gli aiuti, ha disposto l’apertura della scuola Veneziano per accogliere gli sfollati. 

Questa mattina, attorno alle 6,30 è giunto dalla base di Trapani un canadair. Troppo tardi, il rogo ha già distrutto parte dell’area boschiva e diversi ettari di terreni privati. Il mezzo aereo ha già eseguito diversi lanci a San Martino delle Scale. I vigili del fuoco e la forestale intanto stanno bonificando le aree percorse dal fuoco. 

Seguiranno aggiornamenti 

1 Commento
  1. marco brusca scrive

    Dal titolo si capisce che c’è un sospetto o una traccia, poi si legge l’articolo, sì, io sono uno di quei pochi rari italiani che ancora leggono il contenuto dell’articolo oltre al titolo, e NON C’E’ UNA BEATA MINCHIA.
    Complimenti al “giornalista” di turno, sei un grande…….acchiappa click

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.