Domenica al museo, aperto il Chiostro di Monreale

Palermo, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali visitabili gratuitamente

PALERMO – Oltre 480 tra musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia accoglieranno liberamente cittadini e turisti per una giornata dedicata alla scoperta del patrimonio culturale nazionale. In vigore dal luglio del 2014 l’iniziativa ha visto la partecipazione in tutte le sue edizioni di oltre 10 milioni di visitatori nei soli musei statali.

Ogni prima domenica del mese non si paga il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.  Anche a Palermo quindi, alcuni musei e siti archeologici di provincia saranno aperti al pubblico gratuitamente.

Ingresso libero al Museo Regionale Archeologico “Antonino Salinas” dalle 9.30 alle 13 (telefono 091.6116807 e 091.6116806).

Un’occasione per visitare a Monreale, il chiostro appartenente al complesso dell’abbazia benedettina di Santa Maria la Nuova, fondata nel 1174 per volere del re normanno Guglielmo II e che funge da perno di tutto il complesso abbaziale che si sviluppa intorno ad esso.

Contattabili ai relativi numeri telefonici sono la Casina Cinese (091.7071317), e il Castello della Zisa (091.6520269).

Villa Bonanno, progettata nel 1905 da Giuseppe Damiani Almeyda in occasione della sistemazione di piazza Vittoria. Di notevole interesse, l’area archeologica riscoperta dopo scavi archeologici durati cinquant’anni, i quali hanno riportato alla luce case patrizie risalenti al I secolo d.C.

Palazzo Mirto, il cui interno è arredato con pareti rivestite di pannelli serici, maestosi arazzi, tendaggi e numerose opere d’arte, che stupiscono per il vezzo estroso e quasi rococò degli arredi. La camera ricamata, costituita da pareti rivesite e ricamate di seta, è tipica della tradizione siciliana.

Aperto anche il Museo Riso, polo regionale dedicato all’arte contemporanea, dalle 10 alle 20 (telefono 091.320532) e che ha una collezione delle opere realizzate da artisti siciliani dagli anni Cinquanta a oggi.

Aderiscono all’iniziativa numerosi siti archeologici d’interesse storico-artistico, come l’area archeologica di Castello a Mare visitabile dalle 9 alle 13.30 e ancora il Castello di Maredolce, in vicolo del Castellaccio, dalle 9 alle 13 (telefono 335.7957161).

Visitabile anche la caratteristica chiesa di San Giovanni degli Eremiti, dalle 9 alle 13.30 (telefono 091.6515019).

E infine lOratorio dei Bianchi, nome con il quale è conosciuto l’Oratorio della Nobile, Primaria e Real Compagnia del Santissimo Sacramento: uno dei più preziosi gioielli del quartiere Kalsa di Palermo.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.