Operazione antidroga. Smantellata organizzazione che forniva la “Palermo bene”

Droga a tutte le ore, non soltanto take away ma anche a domicilio, per centinaia di acquirenti

PALERMO – Nell’ambito dell’operazione “H24 Evolution” la polizia di stato ha scardinato questa mattina una fitta rete di spaccio gestita da due associazioni a delinquere che, negli ultimi anni, hanno fatto circolare per le strade della città fiumi di cocaina.

L’operazione è l'”evoluzione” di una precedente e analoga, risalente al febbraio 2017, che portò ad alcuni provvedimenti custodiali a carico di pusher del quartiere Zisa. I malviventi, tramite ordinazioni telefoniche, vendevano continuamente stupefacenti a numerosi clienti della cosiddetta “Palermo bene”.

Dalle ultime indagini della sezione antidroga della squadra mobile di Palermo, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia, è emerso che anche altri soggetti, sempre del rione Zisa, svolgevano attività illecite offrendo la nota metodica del telefono h/24: offrivano, cioè, droga a tutte le ore, e non solo take away ma anche a domicilio, creando così un continuo punto di approvvigionamento in favore di centinaia di acquirenti di diverse zone della città.

Tra i promotori dell’organizzazione di spacciatori è stato arrestato anche il congiunto di un noto pregiudicato del mandamento mafioso della Noce.

L’attività di spaccio dei pusher era strettamente controllata dall’associazione, che impediva qualsiasi forma di autonomia se non espressamente autorizzata e previa elargizione di somme di denaro. Sono state ricostruite diverse dinamiche conflittuali tra i pusher interessati ad aumentare il bacino di clienti, che si assicuravano coì un’attività molto redditizia che permetteva di guadagnare svariate centinaia di euro al giorno.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.