L’estate termitana sa di musica classica: il 25 luglio Giovanna Pia Ferrara suonerà il violino Goffriller

La lezione concerto si terrà presso il giardino del museo civico Baldassare Romano di Termini Imerese alle 18.30

TERMINI IMERESE – Si svolgerà giovedì 25 luglio alle ore 18.30, presso il giardino del museo civico Baldassare Romano di Termini Imerese, una lezione concerto della M° di violino Giovanna Pia Ferrara, che suonerà il prezioso violino Goffriller costruito nel 1690 e attualmente di proprietà del Comune di Termini Imerese. All’iniziativa, proposta dall’amministrazione comunale, saranno presenti il commissario straordinario della città di Termini Imerese dott. Girolamo Di Fazio, il presidente del Consiglio comunale dott.ssa Anna Amoroso, il liutaio Fabio Nicotra e le autorità cittadine.

Il violino di Matteo Goffriller, importante maestro liutaio veneziano del periodo classico, è stato costruito nel 1690, trafugato 40 anni fa da una teca del museo civico Baldassare Romani di Termini Imerese e ritrovato nella casa di un collezionista di Enna grazie alla competenza tecnica ed operativa del nucleo carabinieri tutela tel patrimonio artistico di Palermo. Lo strumento è stato riconosciuto dai militari attraverso alcune foto che ne dimostravano l’unicità, e quindi riconsegnato al museo termitano l’8 maggio 2014.

Matteo Goffriller è stato uno dei più famosi liutai del periodo classico, noto a Venezia per le grandi capacità artistiche e per le abilità tecniche nella costruzione di violini. Fu allievo di Martinus Kaiser e maestro di Domenico Montagnana e Francesco Gobetti.

Giovanna Pia Ferrara

A far vibrare le corde del prezioso strumento sarà la M° Giovanna Pia Ferrara, una musicista che ha saputo coniugare la sua passione per la musica che un’intensa attività sociale che svolge nel quartiere Brancaccio di Palermo in qualità di vice presidentessa e direttrice artistica dell’associazione Brancaccio e Musica. Giovanna Pia Ferrara è fondatrice e direttrice del Coro Polifonico Theotokos, con il quale organizza, cura, realizza e dirige numerosi concerti con il coinvolgimento delle istituzioni cittadine e nazionali. Il coro ha un obiettivo sociale ed etico, quello cioè di donare, attraverso il canto e la musica, gioia e speranza a tante donne e uomini del quartiere Brancaccio di Palermo e divulgare un messaggio di pace e coesione. Già laureata all’Università degli Studi di Palermo presso la facoltà di Lettere e Filosofia, Ferrara ha conseguito il diploma di violino e la specializzazione in direzione di coro. Saranno eseguite musiche di J.B. Senaillè, A. Vivaldi, J.S. Bach, T. Albinoni, F. Chopin, S. Saëns e G. Faurè. L’ingresso è libero. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.