Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

Fu soprannominato Gandhi della Sicilia per le sue battaglie nonviolente

TRAPPETO – Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo.

L’immagine di Danilo Dolci rivive così sul lungomare del centro marinaro grazie alla volontà dell’associazione Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e all’artista Igor Scalisi Palminteri che ha guidato in questi 3 giorni un gruppo di 26 giovani nella realizzazione di qualcosa che ridarà eco per molto tempo al nome del sociologo triestino.

Danilo Dolci è stato un importante sociologo, poeta, educatore e attivista della nonviolenza italiano. Fu soprannominato Gandhi della Sicilia per le sue battaglie nonviolente contro la mafia e il sottosviluppo, per i diritti ed il lavoro. Dal 1952 al 1997 ha operato a Trappeto tramite attività di animazione sociale e lotta politica. 

Ora il volto di Danilo Dolci risplende sul lungomare di Trappeto e sembra voglia trasmettere un forte messaggio di speranza nella lotta contro la criminalità organizzata.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.