Lacrime e preghiere a Partinico per Francesco, il piccolo Anthony tra la vita e la morte

Scene strazianti a Partinico e ad Alcamo

Sono ore di lutto e di profonda sofferenza a Partinico ma anche di speranza. Se si piange per la morte del piccolo Francesco Provenzano, si prega anche per la vita del fratellino Anthony.

La vita del piccolo di 9 anni è appesa ad un filo e per i medici del reparto di Neurorianimazione di Villa Sofia sono davvero poche le speranze. Il piccolo ha subito danni celebrali irreversibili ma ancora non è stato dichiarata la morte celebrale perché è presente una piccola attività. 

La Sicilia intera è sotto shock in seguito all’incidente mortale avvenuto lungo la Palermo Mazara del Vallo tra Alcamo e Balestrate, avvenuto a pochr6ore dall’altra tragedia di Vittoria.

Un tragico incidente che si è portato via la vita Francesco, 13 anni. Per il bambino non c’è stato niente da fare, è morto sul colpo dopo lo schianto che ha trasformato l’automobile in un ammasso di lamiere. 

Il padre, alla guida della BMW, gestore di un esercizio commerciale in una delle strade principali di Alcamo, si trova a Villa Sofia in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita. Il suo nome è stato iscritto nel registro delle persone indagate dalla Procura di Trapani che ha aperto un’inchiesta. 

Gli investigatori dovranno ricostruire non tanto la dinamica dell’incidente che appare chiara, ma la causa che ha portato la BMW nera guidata dall’uomo di 34 anni. Sotto analisi finirà il video in diretta postato su Facebook dall’uomo alcuni momenti prima del tragico impatto. Il video è stato rimosso dal profilo Facebook di Fabio Provenzano. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.