Monreale, nella notte un cerchio di fuoco avvolge contrada Meccini

Fuoco appiccato su più punti. Un cliché ripetuto ed efficace quello adottato dagli incendiari, che hanno atteso il vento di scirocco

MONREALE – Un incendio appiccato in più punti contemporaneamente per rendere più difficile il compito delle squadre antincendio. E un timing perfetto. Gli incendiari hanno atteso l’arrivo del vento di scirocco per appiccare i roghi che si sono così propagati con estrema facilità. A contrada Meccini, nelle campagne di Monreale, zona AcquaPark, alcune abitazioni sono state lambite dalle alte fiamme, ma per fortuna non è stato registrato alcun danno a cose o a persone. Solo in mattinata i vigili del fuoco hanno avuto la meglio sulle fiamme.

Dalle terribili immagini del cerchio di fuoco che circondava nella notte contrada Meccini sembra chiaro come vi sia stata una strategia ben chiara e una pianificazione nell’attentato incendiario. Un cliché ormai ripetuto ed efficace, che si ripresenta regolarmente all’aumento delle temperature e all’arrivo del vento di scirocco. Anche domenica scorsa in contrada Renda è stato appiccato un incendio in 4 punti differenti.

Da lunedì prossimo dovrebbe partire la convenzione tra il comune di Monreale e l’associazione antincendio Overland per un monitoraggio e un pronto intervento sul territorio. Quest’anno problemi organizzativi dell’associazione hanno ritardato la stipula della convenzione, e con probabilità il servizio verrà fornito in misura ridotta. L’assessore Nicola Taibi annuncia anche una riorganizzazione del servizio di Protezione Civile, che al momento conta su una unità full-time e una part-time.

Ma sono diversi i roghi scoppiati questa notte nella provincia di Palermo (ma anche in altri posti della Sicilia). A Partinico e Trappeto sono intervenuti i vigili del fuoco. Il villaggio turistico di Calampisu è stato evacuato nella notte via mare. Circa 750 ospiti della struttura sono stati imbarcati su quattro unità della Guardia costiera, due della Guardia di Finanza, ma anche su pescherecci, barche e gommoni privati. In mattinata gli ospiti sono stati fatti rientrare nella struttura. Vasto l’incendio divampato a Scopello, dove sono tuttora in corso le operazioni di spegnimento effettuate attraverso l’ausilio di due Canadair.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.