Gemellaggio Monreale – Russia? Non è un miraggio. Irina A. Zobacheva ci spiega perché

In visita a Monreale la presidente di un’associazione culturale russa per organizzare un gemellaggio e un possibile evento estivo

MONREALE – Si è tenuta ieri la visita a Monreale della presidente dell’associazione italo-russa “Il mondo culturale”, Irina A. Zobacheva, che da anni lavorato infaticabilmente per organizzare scambi culturali proficui tra la Sicilia e la Russia promuovendo eventi, spettacoli e gemellaggi.

“Porto la cultura russa in Sicilia e la cultura siciliana in Russia. Lo faccio perché i siciliani conoscono poco la Russia e i russi, dal canto loro, conoscono poco la Sicilia. Tutto è iniziato quando, trovandomi qua, mi sono innamorata di quest’isola. I siciliani collaborano volentieri, sono apertissimi quando organizzo eventi e hanno tanta voglia di presentare la loro terra in Russia con orgoglio”.

“In Russia siamo cresciuti con il film Il Padrino e questo ha portato allo sviluppo di molti luoghi comuni su quest’isola. Io vorrei rompere queste false convinzioni. E al contempo vorrei anche fare conoscere il mio paese, visto che sono russa ed orgogliosa di esserlo. Uno dei miei obiettivi e organizzare un gemellaggio tra Monreale e qualche città russa in modo da costruire un ponte tra i due paesi”.

Per gli eventi organizzati da Irina è stato fondamentale il supporto dell’associazione Regius, nella figura specialmente del suo presidente Antonino Renda.

“Con Antonino ci conosciamo da 5 anni, io avevo portato un gruppo dalla Russia per partecipare a un festival internazionale folkloristico organizzato da me, Orizzonti Mediterranei. Dopo il festival siamo stati invitati a Vicari, e lì ci siamo conosciuti. Mi sono subito innamorata della loro passione, così ho proposto ad Antonino di portare il loro gruppo in Russia. Ci sarebbe stati un festival delle culture in Russia, da lì a poco, che poi è diventato un festival internazionale, così ho invitato Antonino e la sua associazione. La sfilata contava circa 10 mila partecipanti, e noi eravamo gli apripista. C’erano anche tutte le autorità locali, è stata un’accoglienza molto bella e sentita”.

“Il mio progetto personale si chiama Sicilia con i miei occhi, e lo porto avanti da 3 anni. Ad agosto, dal 18 al 28, porto dei bambini russi talentuosi ad esibirsi in alcune città siciliane, generalmente e Realmonte. Se riusciremo a farlo anche a Monreale sicuramente porterà il materiale video in Russia per mandarlo in televisione, per valorizzare una forma di promozione diretta”.

“Il poco preavviso ha reso difficile organizzare questo evento – dice in merito Antonino Renda -, ma spero di presentare una richiesta ufficiale all’amministrazione per introdurre Irina come rappresentante della Russia. Ora ci recheremo a Caccamo per promuovere il castello”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.