Oggi è 21/08/2019

Cultura

Quando un gesto di coraggio e d’amore si specchia nel visino di M., un bambino piccolo che ha origini lontane

L’inizio di un legame forte e indissolubile, attraverso due mani che si sovrappongono: una mano bianca, grande e protettiva, e una piccola manina color cioccolato che crescerà piano piano

Pubblicato il 29 giugno 2019

Quando un gesto di coraggio e d’amore si specchia nel visino di M., un bambino piccolo che ha origini lontane

Da alcuni mesi mi barcameno tra l’intenzione di scrivere la breve storia che oggi finalmente racconterò e il titubante freno a scriverla, dovuto a ciò che, solitamente, uso definire “mancata ispirazione delle giuste parole”, ovvero la preoccupazione derivante dal rischio di banalizzare ciò che serbo nella mia mente e nel mio cuore con frasi poco ispirate o parole che non riescono ad interpretare bene situazioni, fatti e circostanze nella loro autenticità e naturalezza. 

Ho attraversato parecchi periodi senza “l’ispirazione delle giuste parole” che, di fatto, ogni volta, si traduce in un drastico e improvviso blocco di idee.

Poi succede che una situazione, apparentemente distante dalla storia che ho in mente e che vorrei trasformare in narrazione, mi colpisca così tanto da riattivare rapide connessioni, offrendomi le parole che cercavo, perché le parole rappresentano le idee e una parola rappresenta meglio una determinata idea rispetto ad un’altra. 

La parola che oggi, quasi per caso, mi ha illuminata è “consapevolezza”.

Essa rappresenta quel modo di essere che dà forma all’etica, alla condotta di vita, alla disciplina, ai valori più profondi, rendendoli unici e autentici. Consapevole è colui che sceglie di “essere” invece che di “apparire”, di agire invece che di criticare, di concretizzare ciò che dichiara invece di parlare invano o di aspettare gli eventi, al di là di ogni giudizio o eventuale conseguenza. 

Ad esempio, è di qualche giorno fa l’azione di una donna “consapevole” che mi ha fatto molto riflettere, un gesto definito da alcuni coraggioso e da altri scellerato…il gesto ardito di Carola Rakete, capitana delle Sea Watch, nave con a bordo 42 migranti, che attende, da un po’ di tempo, di poter attraccare nel porto di Lampedusa. Il comandante Carola, appurata la degenerazione delle condizioni igienico-sanitarie dei passeggeri a bordo, decide “consapevolmente” di forzare il blocco e il divieto all’attracco, violando il decreto sicurezza e rischiando, ancora una volta, “consapevolmente”, pene severe.

Quest’azione eclatante mi ha condotta verso la parola più giusta per la mia narrazione, la parola che cercavo e che mi ha ispirata, ovvero “consapevolezza”, oltre che a quella immediatamente riferibile all’evento, ergo “umanità”. Ma non è questa la storia, ormai iper conosciuta che mi preme raccontare. La mia storia riguarda una tipologia di “consapevolezza” legata a un fatto più intimo, meno eclatante, abbastanza  normale nella sua inusuale specificità e infinita dolcezza. 

Nel mio racconto la parola consapevolezza sa diventare altro…diventa la storia di un bambino e della sua mamma affidataria: la storia di Paola e di M.

Paola è una donna, una mamma, ma anche un’insegnante molto apprezzata nel suo ambiente con alle spalle una bella e solida famiglia. Un marito, ex fidanzato storico, tre figlie, ormai grandi, e quella realizzazione personale generata da una professione impegnativa ma meravigliosa: è, infatti, una tra le migliori prof di inglese della sua cittadina, oltre che una persona sensibile e con un rigore morale che profuma di empatia e di umanità. Lei è la classica persona che si può definire di spessore ma soprattutto d’azione. Paola è una donna forte e “consapevole” della realtà circostante, che decide di fare qualcosa di importante e che alla fine fa veramente qualcosa di importante.

Quel “qualcosa da fare” diventa allora un gesto consapevole di coraggio e d’amore che si specchia nel visino di M., un bambino piccolo che ha origini lontane e che diventa un altro nuovo e prezioso membro della famiglia: un bimbo di tre anni, con la pelle scurissima e gli occhi d’ebano, un concentrato di dolcezza e di intelligenza.

La possibilità dell’affido, ovvero di offrire una famiglia a un piccolino con origini e vissuti che rimandano a luoghi completamente diversi e a condizioni decisamente sofferte, ha più volte accarezzato le intenzioni di Paola e della sua famiglia, ma si concretizza davvero solo quando l’immagine, drammaticamente nota, del bambino siriano con la maglietta rossa, morto annegato e ritrovato col visino affondato nella sabbia di una spiaggia troppo triste per poter rievocare un luogo di serenità, fa il giro del mondo. Da quel momento ciò che rappresentava una possibile idea si trasforma in realtà concreta e il piccolo M., con i suoi vissuti travagliati, i suoi occhi d’ebano e i suoi tre anni, viene accolto amorevolmente da braccia solide e affettuose. Prendere in affido un bambino significa accoglierlo a casa (e nel cuore) per un periodo più o meno lungo o anche per sempre. Vuol dire offrirgli la possibilità di una famiglia vera in un segmento della sua vita in cui non potrebbe contare sul naturale sostegno e sul conforto della propria famiglia d’origine. È una scelta impegnativa che è destinata a lasciare un’impronta profonda. M. è un bimbo africano, nato in Italia, con un passato breve ma sofferto, vissuto in un contesto estremamente difficile:  una mamma naturale che, per varie vicende, non ha mai avuto accanto, e un papà che non può prendersi cura di lui. L’incontro tra M. e Paola è uno tsunami, un ribaltamento di antiche certezze, un impatto fortissimo che conduce il piccolo a chiamarla subito mamma, dopo appena un giorno che si conoscono, con una naturalezza sconvolgente.

Accogliere in famiglia un figlio color cioccolato è una gioia immensa, che pone, però, alcune domande e sottende legittimi dubbi: – saremo tutti in grado di rimetterci in gioco? Riusciremo a farlo crescere sereno, a mediare il suo essere diverso, in un contesto sociale che in qualsiasi momento, malgrado il primo, bello, accogliente e inclusivo atteggiamento da parte di tutti, potrebbe riservare discriminazioni e ostilità? Domande che qualsiasi genitore si porrebbe: domande legittime, espressioni di un’apprensione comprensibile, perché ciascuno di noi si augura il meglio per coloro ai quali vuol bene, a cui vorrebbe semplificare il cammino in un mondo che, al contrario, complica costantemente questo cammino, lo rende tortuoso, spesso senza motivazioni plausibili. 

Ci si augura che il colore diverso non costituisca mai un limite o un complesso, che non venga mai colto in senso negativo, ma come progressiva maturazione della percezione generalizzata di quanto ognuno di noi possa essere unico e diverso e, per tale motivo, speciale e irripetibile. Ed è proprio questa l’essenza più profonda dell’esperienza che Paola ha progressivamente intrapreso insieme alla sua famiglia, ovvero la scoperta di una nuova unicità con cui confrontarsi, a cui prestare attenzione, in uno scambio affettivo ed emotivo continuo e, a tratti, struggente. 

Il coraggio è il motore interiore che ci spinge a realizzare le nostre idee, anche quelle meno usuali o ritenute da molti persino bizzarre. Ma il coraggio può rimanere improduttivo se non viene supportato dalla “consapevolezza” del voler essere, del voler fare e del saper dare. La consapevolezza, in questo caso, è l’unione di due vite lontanissime che riescono a incontrarsi in un punto preciso del mondo e del cuore, quel punto fondamentale che sancisce definitivamente l’inizio di un legame forte e indissolubile, attraverso due mani che si sovrappongono, che si riconoscono e si riconosceranno per sempre: una mano bianca, grande e protettiva e una piccola manina color cioccolato che crescerà piano piano

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Crisi di governo, la palla passa al Quirinale: governo politico o voto subito

    Cultura

    Così a memoria, nella storia della Repubblica, le crisi di governo sono state tutte di tipo extra parlamentare e solo due parlamentari: nel 1998 e nel 2008, rispettivamente il Governo Prodi I e II. Due governi di chiara collocazione politica e quindi impossibilitati a trovare accordi con part..

    Continua a Leggere

  • Conte annuncia le dimissioni, durissimo con Salvini: “Irresponsabile, opportunismo politico”

    Cultura

    ROMA - Seduta tesissima quella di oggi in Senato: urla, esibizioni di simboli sacri, continue interruzioni. . Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato molto duramente dichiarando che salirà al Quirinale per consegnare le proprie dimissioni al Presi..

    Continua a Leggere

  • Stars Be Original: i vantaggi di lavorare nell’animazione turistica di qualità

    Cultura

    Fare l'animatore nei villaggi turistici è il sogno di moltissimi ragazzi, perché i vantaggi di questa professione sono evidenti a tutti anche se spesso e volentieri si sottovaluta il duro lavoro che c'è dietro. Se si entra a far parte di un'agenzia di animazione seria come

    Continua a Leggere

  • Ciaculli, i carabinieri scoprono una piantagione di canapa indiana

    Cultura

    PALERMO - Una piantagione di canapa indiana in piena regola è stata trovata dai Carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo in un terreno a Ciaculli di proprietà di Francesco Tarantino. Rinvenute 18 piante in piena fioritura e grammi 530 d..

    Continua a Leggere

  • Grisì, accorpamento delle classi classi prima e terza media inferiore. Assessore Giannetto: “Ci stiamo attivando per trovare una soluzione”

    Cultura

    GRISÌ (Monreale) - Le classi prima e terza media inferiore della scuola di Grisì verranno accorpate nell’anno scolastico 2019/2020. È l’ufficio scolastico provinciale a dare la notizia che ha allarmato i cittadini della fr..

    Continua a Leggere

  • Anomalie al centro di raccolta rifiuti di piazzale Tricoli, multata la società F. Mirto

    Cultura

    MONREALE – Il legale rappresentante della società F. Mirto srl di San Cipirello è stato ..

    Continua a Leggere

  • Trucidati mentre passeggiavano a Ficuzza, ricordati Giuseppe Russo e Filippo Costa

    Cultura

    CORLEONE - Sono stati uccisi mentre stavano passeggiando. Giuseppe Russo, carabiniere, fu crivellato di colpi dalla mafia a Ficuzza, dove stava trascorrendo ..

    Continua a Leggere

  • A Monreale il campeggio vista «munnizza»: nuove frontiere nel campo del turismo

    Cultura

    MONREALE – Una città che combatte ogni giorno con i rifiuti è Monreale che oggi li trasforma in risorsa. Dopo l’autolavaggio «fai da te» allestito nella fontana dell’Abbeveratoio (


  • Grisì, conclusa la festa in onore del Sacro Cuore di Gesù

    Cultura

    [gallery ids="114948,114949,114950,114951,114952,114953,114954,114955"] GRISÌ (Monreale) - Si è appena conclusa una 4 giorni di festa a Grisì, frazione di Monreale. Una festa anche quest’anno molto partecipata che ha avuto il culmine con ..


  • Rimini. Il Duomo di Monreale protagonista al meeting di Comunione e Liberazione

    Cultura

    [gallery ids="114920,114921,114922,114923,114924,114925,114926,114927,114928,114929,114930,114931,114932,114933,114934,114935,114936,114937,114938,114939,114940,114941,114942"] RIMINI - Il Duomo di Monreale è in questi giorni protagonista del 40esimo mee..


  • Inizia alla grande l'”E…state@Monreale 2019″. Domani sera gli “Apollo” portano i Negramaro in città

    Cultura

    [gallery ids="114907,114908,114909,114910,114911,114912,114913"] MONREALE - Grande successo per i concerti che hanno aperto l'"E...state@Monreale 2019", la rassegna di 25 eventi di musica, spettacolo, cabaret, moda, danza, teatro e letteratura sviluppata e pro..


  • La fontana dell’Abbeveratoio tra degrado e rifiuti: ora è un autolavaggio

    Cultura

    Monreale - La fontana dell'Abbeveratoio ridotta a un autolavaggio. È la triste fine che ha fatto uno dei punti storici di approvvigionamento idrico dei monrealesi. E, come se non bastasse, rifiuti e un gazebo abbandonato da anni hanno perso ormai il sopravvento. Piange il cuore a vedere uno dei ..


  • Decreto Dignità come cambia il mondo delle scommesse sportive

    Cultura

    Il nuovo decreto ministeriali porta con sé molte novità che puntano a rivoluzionare completamente il settore delle scommesse sportive e regolamentare il mercato italiano con l’obiettivo di difenderlo dall’intrusione degli operatori offshore.


  • Stabilizzati ma risultano ancora precari, sono i dipendenti comunali monrealesi

    Cultura

    Monreale  - In base a quanto previsto dalla vigente normativa, tutti i lavoratori che prestano servizio a tempo determinato negli enti pubblici siciliani sono stati inseriti, a partire dal 2015, in un apposito elenco istituito presso l’assess..


  • Partinico, uomo aggredito da randagio mentre passeggia in piazza

    Cultura

    Un anziano è stato aggredito da un Pittbull a Partinico. Una passeggiata si trasforma così in attimi di terrore. La solita uscita con il suo pastore tedesco nei pressi di piazza Duomo ha rischiato di finire in tragedia. Un randagio ha attaccato il pastore tedesco. Nel tentavo di dividere i due..


  • Due cani lasciati dentro un furgone rovente, salvati dai carabinieri

    Cultura

    PALERMO - Due cani rinchiusi in un furgone sotto il sole hanno rischiato di morire ma sono stati salvati grazie all'intervento dei carabinieri. Ieri mattina, in via Principe di Palagonia, i carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo hanno tratto in salvo due cani che erano stati lasciati all..


  • Oltre la crisi di governo, si gioca un’altra partita

    Cultura

    Una crisi di governo graduale, in cui uno dei due partiti della coalizione di governo chiede, non ufficialmente, il rimpasto e la sostituzione di alcuni ministri del partito alleato. Poi dalla volontà di un rimpasto si è passati alla mozione di sfiducia al Premier. Fatto anomalo, potrebbe sembr..


  • Boom di turisti a Monreale, ad agosto è record al Chiostro

    Cultura

    Monreale è la quinta attrazione turistica della Sicilia almeno secondo i dati relativi agli afflussi turistici in agosto in musei e parchi archeologici siciliani. Ad agosto nella città normanna il Chiostro dei Benedettini del Duomo di Monreale ha già staccato 1.800 biglietti e il mese non è anco..