Oggi è 23/07/2019

Editoriali

Palermo Pride: ecco perché non è una pagliacciata (FOTO)

Si salta spesso a conclusioni affrettate quando si parla dei Pride, ma le ragioni che lo rendono necessario sono profonde

Pubblicato il 28 giugno 2019

Palermo Pride: ecco perché non è una pagliacciata (FOTO)

È tutt’ora in corso il Palermo Pride, la manifestazione che convoglia le migliori energie che lottano per la conquista dei diritti: studenti, lavoratori, comunità Lgbtq, migranti. Il corteo è partito da via Roma e si dirige spedito verso i Cantieri Culturali, dove si terrà la festa conclusiva della giornata.

In molti si chiedono spesso per quale motivo ci sia ancora bisogno del Pride. I diritti degli omosessuali sono riconosciuti – così dicono -, ormai sono ampiamente accettati; o ancora ‘la lotta per i diritti si può fare senza pagliacciate’, ‘vi ghettizzate voi stessi’ o anche la provocatoria ‘allora facciamo anche un etero Pride’.

Ebbene, questi punti di vista sono parziali e non tengono in considerazione molti dati importanti. Uno di questi dati è proprio un fatto elementare: un diritto non è conquistato per sempre, ma va ribadito e conservato. D’altronde anche il lavoro è un diritto, ma non tutti ne hanno uno.

Altro punto importante per comprendere le ragioni che rendono il Pride non solo attuale ma anche necessario, è legato alle libertà socio culturali. L’omosessualità, come anche tutte le espressioni umane che non sono riconducibili all’amore uomo/donna, secondo una logica binaria, è ancora ampiamente stigmatizzata. Non è raro ascoltare commenti discriminatori, come non sono rari fenomeni di aggressione e violenza. In quest’ottica si capisce perché sia importante manifestare e contrastare quel sentimento comune di disgusto e omofobia, infelicemente molto diffuso. La libertà non è solo legislativa, ma anche sociale.

Abbiamo parlato delle ragioni che spingono a manifestare in Italia e, più largamente, nel mondo occidentale. Non bisogna dimenticare però che l’omosessualità è, ad oggi, considerata un reato in 69 paesi. Manifestare è un atto di solidarietà nei confronti di chi è ancora sottoposto a violenze legalizzate, serve a infondere coraggio alle comunità Lgbtqi di tutto il mondo.

Nonostante questi obiettivi, una manifestazione annuale non è sufficiente per l’ottenimento dei diritti. Resta comunque occasione per molti di trovare motivazioni e coraggio: una giornata in cui confrontarsi liberamente col resto della comunità, senza sentirsi giudicati per i propri desideri. Sostenere il Pride è dovere morale anche degli eterosessuali, in quanto in ballo ci sono diritti inalienabili dell’essere umano.

“Perché non fare un etero Pride allora?” Per il semplice motivo che l’eterosessualità non ha bisogno di essere affermata e di aver riconosciuti dei diritti, perché li ha già storicamente. E, lo ripetiamo, non si tratta solo di libertà legislative, ma sociali. Siete mai stati insultati con la frase “sporco eterosessuale”?

Camminare per la propria città esprimendo liberamente e senza essere giudicati la propria identità e i propri desideri è qualcosa a cui tutti gli eterosessuali sono abituati, ma non è un diritto scontato per tutti.

Il Pride, inoltre, vuole fungere anche da dispositivo di unione tra diversi movimenti: movimenti studenteschi, movimenti per i diritti dei lavoratori, movimenti femministi e tutti quei gruppi che lottano quotidianamente per il bene collettivo. Non è quindi una manifestazione esclusiva, ma inclusiva.

Il Pride permette quindi di esprimere liberamente la propria individualità e la propria personalità, anche mettendo in scena una dissidenza volta all’autoaffermazione. Parteciparvi significa dire a gran voce che non bisogna avere determinate caratteristiche per avere dei diritti ed essere tutelati.

Una ulteriore contestazione spesso mossa contro il Pride riguarda invece l’eccesso, le parrucche, le piume, i colori e i corpi seminudi: l’obiettivo della manifestazione è proprio avere visibilità e ribadire che l’abbigliamento è un mezzo di espressione. Il senso comune vorrebbe che il diverso restasse invisibile, nascosto, mentre il Pride rivendica l’orgoglio di essere diversi e il non doversi vergognare per questo.

Se il vero problema del Pride fosse la nudità e l’eccesso, se non ci fosse di fondo un sentimento di omofobia più o meno latente, ci si scandalizzerebbe anche per i corpi nudi che sistematicamente vediamo nelle pubblicità, in televisione, sui cartelloni e sui social. Ma non è così.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Agricoltura 2.0: gli escavatori tra gli strumenti di lavoro preferiti

    Editoriali

    Il settore agricolo è in continuo sviluppo e nuovi strumenti sono entrati a pieno titolo tra quelli sfruttati quotidianamente per rendere il lavoro più semplice ed anche più efficiente. Tra gli strumenti di lavoro preferiti ci sono gli escavatori, che hanno dimostrato di poter essere dei f..

    Continua a Leggere

  • Blitz dei carabinieri, bloccato il fiume di cocaina dei clan mafiosi: 12 arresti (VIDEO)

    Editoriali

    La Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo ha delegato il Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del locale Tribunale, nei confronti di 12 indagati (10 in carcere e 2 ai domiciliari), ritenuti a vario titolo responsa..

    Continua a Leggere

  • Il recupero e il moderno nelle scale di casa

    Editoriali

    Se stai arredando casa, se hai appena intrapreso un progetto di ristrutturazione di un bel loft da soppalcare, ti consigliamo di sfruttare la più moderna tecnologia digitale e dare una prima occhiata in rete, per identificare


  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Editoriali

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Editoriali

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Editoriali

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Editoriali

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Editoriali

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Editoriali

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Editoriali

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Editoriali

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Editoriali

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Editoriali

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Editoriali

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Editoriali

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Editoriali

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Editoriali

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Editoriali

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..