Oggi è 24/08/2019

In Evidenza

Infiorata 2019, realizzata con 6mila euro. Tusa, Scorsone e Venturella: “Senso di comunità e amore per il bene comune”

Riscontro positivo in termini commerciali, affluenza di pubblico superiore rispetto al 2018

Pubblicato il 27 giugno 2019

Infiorata 2019, realizzata con 6mila euro. Tusa, Scorsone e Venturella: “Senso di comunità e amore per il bene comune”

MONREALE – La festa del Corpus Domini venne istituita nel 1264 dal Papa Urbano IV, in seguito al miracolo di Bolsena, ed è proprio nella cittadina viterbese che avvenne la prima processione e ancora oggi si tiene l’Infiorata su un tappeto di fiori lungo ben 3 km. 

Da due anni la manifestazione dei tappeti di fiori, viene realizzata anche a Monreale. Per parlare della “giovanissima” Infiorata monrealese abbiamo intervistato Elio Scorsone (commerciante che nel 2018 lanciò l’idea a Monreale) Filippo Tusa, presidente ACM e Salvo Venturella. 

Scorsone

Elio Scorsone

D: Quando le è balenata in mente l’idea? E perché un’infiorata?

R: L’idea nasce circa 4/5 anni fa. Era da tempo che pensavo di poterla realizzare. Perché ritenevo e ritengo che l’infiorata, oltre ad essere una espressione d’arte musiva, di origini antichissime, si rifà a quell’evento religioso che è il Corpus Domini.

D: Dopo averne parlato con Filippo Tusa e Salvo Venturella quali furono le loro reazioni?

R: Quando sottoposi a Filippo l’idea di fare una Infiorata a Monreale lui ne fu entusiasta e si dimostrò disponibile. Determinante è stato il contributo di Salvo che col suo apporto ci permise di mettere su un progetto in tempi brevi, grazie anche alla collaborazione del Prof. Renato Messina.

Salvo Venturella

D: Quanto tempo è intercorso dalla proposta alla prima edizione dell’Infiorata 2018?

R: I tempi sono stati brevissimi, si può dire che è stata una cosa estemporanea, tant’è che in uno due mesi siamo riusciti a dare vita al progetto.

D: Quali sono state le prime difficoltà tecniche riscontrate e con quale spirito e idee le ha affrontate?

R: Nessuna difficoltà, anche se io non sono un grafico di professione, mi occupo di costruzione e territorio. L’idea del mosaico, che abbiamo visto nella prima Infiorata, ci sembrò che sposasse perfettamente la storia e l’antica arte del mosaico di cui il Duomo di Monreale è testimone. Quella sulla sicilianità, che è stato il tema della seconda edizione, ha voluto mettere in evidenza, come anche per la prima, l’amore e la passione per la nostra terra e per la nostra storia.

D: Partecipazione dei monrealesi.

R: Il contributo dei monrealesi è stato determinante. Ritengo che il binomio infiorata-monrealesi sia molto interessante e che vada analizzato sia  sotto l’aspetto sociale sia sotto quello religioso. I monrealesi con l’Infiorata hanno avuto una prima festa partecipativa, dove si sono sentiti coinvolti in prima persona, con impegno e passione hanno dato il loro contributo per questo si sono sentiti “proprietari” di quel “pezzetto” di tappeto realizzato con il loro contributo. Questo è importantissimo perché fa riscoprire il significato di “bene comune” e cosa sia il senso di comunità che in questi giorni si è respirato.

D: C’è qualcosa a livello tecnico organizzativo che vorresti sottolineare riguardo a queste 2 edizioni?

R: La prima edizione, seppur sviluppata in brevissimo tempo, ci ha aiutato con la scorta dell’esperienza acquisita a crescere, cercando di risolvere nell’edizione 2019 alcune lacune che avevamo riscontrato nella precedente. Quindi dal mio punto di vista e secondo quello del Prof. Messina e di tutti quelli che a vario titolo hanno collaborato a questa edizione non ci sono stai grossi problemi, quelli che si sono presentati sono stati prontamente risolti in breve tempo. Chiaramente tutto ciò non fa altro che aiutarci a migliorarci. Di certo quello che ci preme sottolineare è che bisogna sciogliere un altro nodo importantissimo: il marketing del territorio. Bisogna mettere in modo tutti i meccanismi che possano divulgare in maniera capillare l’evento coinvolgendo tour operator, mezzi di informazione ed anche le altre amministrazioni vicine al nostro territorio.

D: Perché quest’anno avete usato molto sale e trucioli di legno?

R: Alla base di qualsiasi progetto c’è sempre un fattore economico che gioca un ruolo fondamentale. Per altre realtà già consolidate, per fare un esempio, come l’Infiorata di Noto arrivata alla 40esima edizione, ci sono alle spalle sistemi collaudati dal punto di vista del marketing e della ricerca delle risorse economiche. Noi essendo molto giovani chiaramente abbiamo avuto più difficoltà a reperire i fondi che ci avrebbero permesso di utilizzare più fiori. Inoltre, anche le alte temperature ci hanno penalizzato ed è per questo che abbiamo pensato ai trucioli di legno che oltre a sopperire alla mancanza di petali hanno fatto da isolante in modo da mantenere il più a lungo possibile i fiori utilizzati

Filippo Tusa

Filippo Tusa

D: Il riscontro che avete avuto dalle associazioni, dalle parrocchie e dai tantissimi cittadini a cui vi siete rivolti è stato immediato o in qualche modo avete percepito perplessità e dubbi?

Associazioni, parrocchie e semplici cittadini, l’evento è stato recepito immediatamente senza nessuna perplessità da tutti. È stato accolto in maniera sentita, partecipata e con molto entusiasmo. Abbiamo visto genitori e figli chini a collaborare, facendo dell’iniziativa un momento di condivisione.

D: La prima edizione del 2018 nasce con la “benedizione” e l’entusiasmo dell’amministrazione Capizzi. La seconda Infiorata invece vede la collaborazione dell’amministrazione Arcidiacono. Come giudica il rapporto con la pubblica amministrazione?

R: In entrambe le edizioni posso dire che il rapporto con l’amministrazione è stato di assoluta collaborazione e disponibilità.

D: Dal punto di vista dell’affluenza di visitatori e da quello commerciale che riscontri ci sono stati?

R: In termini commerciali il dato è stato molto positivo ed anche in termini di affluenza di pubblico che è stato superiore rispetto allo scorso anno. 

D: Quali sono stati i costi? I finanziamenti da dove sono arrivati?

R: Il costo totale si aggira approssimativamente sui seimila euro. Abbiamo ricevuto un contributo dalla Regione Siciliana, da rendicontare e in pratica non ancora ricevuto. Poi c’è stato il contributo di alcuni sponsor e quello dei commercianti che si sono autotassati.

D: Il fatto che “l’infiorata di Monreale” possa essere calendarizzata e quindi diventare un evento annuale è da stimolo per voi?

D: Certo questo ci fa capire che avremo un supporto in più e maggiore attenzione, anche se non è determinante sotto l’aspetto della realizzazione dell’evento. Anche se ci fa intendere che da parte dell’amministrazione ci possa essere un supporto economico. 

 Tusa, Venturella e Scorsone

D: Cosa vi ha lasciato la seconda edizione dell’Infiorata?

Filippo Tusa: Personalmente mi ha lasciato dentro un qualcosa che ancora non riesco a spiegare sono, felicissimo ed orgoglioso e ringrazio tutti per questo momento di unione e sinergia che mi ha fatto capire che vale la pensa spendersi per il nostro paese.

Salvo Venturella: Il lavoro di squadra, il forte senso di comunità che ho percepito rispetto agli obiettivi comuni e i rapporti umani che si sono instaurati.

Elio Scorsone: Tanta soddisfazione e emozione ricevute grazie alle tante persone che hanno dato il loro contributo realizzando quello che è stato sotto gli occhi di tutti. La fatica è stata annullata da quello che ho visto realizzarsi piano piano grazie all’impegno di intere famiglie.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, Emanuele Giardi non dormirà più in una panchina, partita la macchina della solidarietà

    In Evidenza

    MONREALE - Anche questa volta la città di Monreale fa quadrato nei confronti di una persona sfortunata. Dopo la recente carovana di solidarietà sviluppatasi in pochi giorni nei confronti della famiglia Gerardi/Macaluso che ha perso la casa di M..

    Continua a Leggere

  • Neo Dirigenti Scolastici a Partinico, Borgetto, Bisacquino e San Giuseppe

    In Evidenza

    MONREALE - È stato pubblicato oggi il decreto con cui il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico ha individuato le istituzioni scolastiche cui sono stati destinati i nuovi dirigenti scolastici a partire del prossimo anno scolastico 2019/2020. Sono stati pubblicati in q..

    Continua a Leggere

  • Incendio nell’isola ecologica di San Giuseppe Jato

    In Evidenza

    [gallery ids="115271,115272,115273,115270,115247"] SAN GIUSEPPE JATO- Un incendio si è verificato nell'isola ecologica in contrada Traversa. Il rogo è divampato nelle prime ore del pomeriggio. Nell'impianto sono accorsi i vigili del fuoco del comando provinciale di Pale..

    Continua a Leggere

  • La dott.ssa Maria Francesca Giammona nuovo dirigente dell’I. C. F. Morvillo

    In Evidenza

    MONREALE - Sarà la dott.ssa Maria Francesca Giammona il nuovo dirigente dell’istituto comprensivo Francesca Morvillo di Monreale. Dal primo settembre assumerà la dirigenza della scuola che da tre anni è rimasta senza titolare. Dal pensioname..

    Continua a Leggere

  • Monreale, sarà la New System Services a fornire il servizio raccolta e smaltimento rifiuti

    In Evidenza

    MONREALE - Esce la Mirto SRL di San Cipirello e subentra la New System Services. In seguito all’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Palermo il 13 agosto (pervenuta al comune solo giorno 21), anche l’amministrazione monrealese..

    Continua a Leggere

  • Incidente mortale in corso dei Mille. Dopo due giorni in ospedale perde la vita il 26enne Dylan Greco

    In Evidenza

    PALERMO - Ha perso la vita dopo due giorni dall'incidente il palermitano Dylan Greco, 26 anni, rimasto coinvolto in un grave incidente stradale avvenuto in corso dei Mille. In sella allo scooter con lui c'era anche il cugino, Gianluca Montesano, deceduto pochi mi..

    Continua a Leggere

  • La manipolazione delle informazioni a scopo politico e propagandistico ha raggiunto livelli decisamente allarmanti

    In Evidenza

    Parlare di politica pubblicamente senza che si agitino eccessivamente gli animi è diventata un'impresa titanica. La parola d'ordine è sicuramente "Eccesso". "Eccesso" nelle invettive, "Eccesso" nelle adulazioni, "Eccesso" nello sbeffeggiare chi esterna posizioni politiche diametralmente ..


  • Monreale, la triste storia di un clochard: Emanuele Giardi da cinque giorni dorme in una panchina in piazza

    In Evidenza

      https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/441061413168924/ MONREALE - Una storia drammatica è quella cha sta attraversando Emanuele Giardi, cittadino monrealese di 70 anni, senza un tetto sopra la testa.


  • “Voto Connection”. Richiesta di rinvio a giudizio per i fratelli Caputo ed altre 85 persone

    In Evidenza

    Termini Imerese, 23 agosto 2019 - È stata fissata per il 4 dicembre davanti al gip del Tribunale di Termini Imerese, Claudio Emanuele Bencivinni, l'udienza preliminare del processo “Voto Connection", che riguarda 87 persone, perlopiù indagate a vario titolo di attentato ai diritti politici del c..


  • Meteo, preparate gli ombrelli: pioggia in arrivo

    In Evidenza

    MONREALE -Ieri ci sono state le prime avvisaglie. L'attività termoconvettiva ha provocato deboli piogge in alcuni territori, tra questi anche Prizzi. Ma è solo l'inizio. La giornata clou sarà venerdì il territorio dovrebbe essere coinvolto da una intensa attività convettiva con..


  • Vacanze in Sardegna: dritte e consigli su traghetto, hotel, spiagge

    In Evidenza

    Avete deciso di organizzare la prossima vacanza in Sardegna ma avete poco tempo a disposizione? Allora vi consiglio di leggere questo articolo perché potrete trovare alcuni consigli e delle dritte che vi permetteranno non solo di risparmiare sul costo di traghetto e hotel ma anche di godervi al ..


  • Se vai al cimitero ricordati di portare la falce. Erba alta e incuria a Monreale

    In Evidenza

    [gallery ids="115114,115113,115112"] MONREALE - Andare al cimitero a trovare i propri cari a Monreale significa anche armarsi di buona volontà per cercarli. Sì, perché l'erba è talmente alta che ci sono tombe che a malapena si intravedono. Sdegno e indignazione continua a ..


  • Derattizzazione, la prossima settimana toccherà alle periferie

    In Evidenza

    MONREALE- L’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Alberto Arcidiacono ha attivato gli uffici comunali per dare il via al terzo ciclo di deratizzazione che coinvolgerà le frazioni di Monreale. Inizierà lunedì 26 agosto, ore 22, da Aquino e Villaciambra. Proseguirà ..


  • “Capitan Coniglio”, Salvini in picchiata sui social. “Buffone”, “falso”, “traditore”

    In Evidenza

    Chi di social ferisce, di social perisce. Gli effetti della scelta di Salvini di aprire la crisi non stanno dando forse gli effetti sperati dall'ormai ex ministro dell'interno, e i risultati si vedono nell'immediato proprio sulle piattaforme social, essenziali per la costruzione del suo innegabilmen..


  • E…state@Monreale 2019, domani “Tutta n’ata storia” in piazza Matteotti

    In Evidenza

    MONREALE - Sì è conclusa ieri la seconda serata di E...state@Monreale 2019, nonché secondo appuntamento del Festival delle Musiche, la rassegna che terminerà giorno 31 agosto con il concerto dello storico gruppo degli Agricantus. Si riprende domani con gli appuntamen..


  • Investire sulla cultura conviene, da ogni euro speso ricavi per oltre due euro e mezzo

    In Evidenza

    Investire sulla cultura conviene, e lo hanno capito anche le imprese. È quanto emerso dall'indagine condotta da RSM - MAKNO per Impresa Cultura Italia-Confcommercio resa pubblica lo scorso luglio a Perugia durante il convegno "Più cultura, più crescita", organizzato dalla stessa Confcommercio e I..


  • Consultazioni in Quirinale. Autonomie, Misti e Leu appoggiano Pd-M5s. Zingaretti: “Con 5s solo se condividiamo progetto”

    In Evidenza

    ROMA - Seconda giornata di consultazioni oggi al Quirinale, dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato i principali partiti. Già ieri si erano recati sul colle Autonomie, gruppi Misti di Camera e Senato e Leu: la tendenz..


  • Monreale, percolato in piazza Candido, monta la protesta tra i residenti

    In Evidenza

    https://www.facebook.com/FiloDirettoweb/videos/734071223715773/ MONREALE - Continuano le lamentele dei cittadini residenti nei plessi vicino a piazzale Candido. Prima legati ai cattivi odori provenienti dall’area in cui stazionano alcuni autocompattatori. Da..