Oggi è 26/01/2020

In Evidenza

Infiorata 2019, realizzata con 6mila euro. Tusa, Scorsone e Venturella: “Senso di comunità e amore per il bene comune”

Riscontro positivo in termini commerciali, affluenza di pubblico superiore rispetto al 2018

Pubblicato il 27 giugno 2019

Infiorata 2019, realizzata con 6mila euro. Tusa, Scorsone e Venturella: “Senso di comunità e amore per il bene comune”

MONREALE – La festa del Corpus Domini venne istituita nel 1264 dal Papa Urbano IV, in seguito al miracolo di Bolsena, ed è proprio nella cittadina viterbese che avvenne la prima processione e ancora oggi si tiene l’Infiorata su un tappeto di fiori lungo ben 3 km. 

Da due anni la manifestazione dei tappeti di fiori, viene realizzata anche a Monreale. Per parlare della “giovanissima” Infiorata monrealese abbiamo intervistato Elio Scorsone (commerciante che nel 2018 lanciò l’idea a Monreale) Filippo Tusa, presidente ACM e Salvo Venturella. 

Scorsone

Elio Scorsone

D: Quando le è balenata in mente l’idea? E perché un’infiorata?

R: L’idea nasce circa 4/5 anni fa. Era da tempo che pensavo di poterla realizzare. Perché ritenevo e ritengo che l’infiorata, oltre ad essere una espressione d’arte musiva, di origini antichissime, si rifà a quell’evento religioso che è il Corpus Domini.

D: Dopo averne parlato con Filippo Tusa e Salvo Venturella quali furono le loro reazioni?

R: Quando sottoposi a Filippo l’idea di fare una Infiorata a Monreale lui ne fu entusiasta e si dimostrò disponibile. Determinante è stato il contributo di Salvo che col suo apporto ci permise di mettere su un progetto in tempi brevi, grazie anche alla collaborazione del Prof. Renato Messina.

Salvo Venturella

D: Quanto tempo è intercorso dalla proposta alla prima edizione dell’Infiorata 2018?

R: I tempi sono stati brevissimi, si può dire che è stata una cosa estemporanea, tant’è che in uno due mesi siamo riusciti a dare vita al progetto.

D: Quali sono state le prime difficoltà tecniche riscontrate e con quale spirito e idee le ha affrontate?

R: Nessuna difficoltà, anche se io non sono un grafico di professione, mi occupo di costruzione e territorio. L’idea del mosaico, che abbiamo visto nella prima Infiorata, ci sembrò che sposasse perfettamente la storia e l’antica arte del mosaico di cui il Duomo di Monreale è testimone. Quella sulla sicilianità, che è stato il tema della seconda edizione, ha voluto mettere in evidenza, come anche per la prima, l’amore e la passione per la nostra terra e per la nostra storia.

D: Partecipazione dei monrealesi.

R: Il contributo dei monrealesi è stato determinante. Ritengo che il binomio infiorata-monrealesi sia molto interessante e che vada analizzato sia  sotto l’aspetto sociale sia sotto quello religioso. I monrealesi con l’Infiorata hanno avuto una prima festa partecipativa, dove si sono sentiti coinvolti in prima persona, con impegno e passione hanno dato il loro contributo per questo si sono sentiti “proprietari” di quel “pezzetto” di tappeto realizzato con il loro contributo. Questo è importantissimo perché fa riscoprire il significato di “bene comune” e cosa sia il senso di comunità che in questi giorni si è respirato.

D: C’è qualcosa a livello tecnico organizzativo che vorresti sottolineare riguardo a queste 2 edizioni?

R: La prima edizione, seppur sviluppata in brevissimo tempo, ci ha aiutato con la scorta dell’esperienza acquisita a crescere, cercando di risolvere nell’edizione 2019 alcune lacune che avevamo riscontrato nella precedente. Quindi dal mio punto di vista e secondo quello del Prof. Messina e di tutti quelli che a vario titolo hanno collaborato a questa edizione non ci sono stai grossi problemi, quelli che si sono presentati sono stati prontamente risolti in breve tempo. Chiaramente tutto ciò non fa altro che aiutarci a migliorarci. Di certo quello che ci preme sottolineare è che bisogna sciogliere un altro nodo importantissimo: il marketing del territorio. Bisogna mettere in modo tutti i meccanismi che possano divulgare in maniera capillare l’evento coinvolgendo tour operator, mezzi di informazione ed anche le altre amministrazioni vicine al nostro territorio.

D: Perché quest’anno avete usato molto sale e trucioli di legno?

R: Alla base di qualsiasi progetto c’è sempre un fattore economico che gioca un ruolo fondamentale. Per altre realtà già consolidate, per fare un esempio, come l’Infiorata di Noto arrivata alla 40esima edizione, ci sono alle spalle sistemi collaudati dal punto di vista del marketing e della ricerca delle risorse economiche. Noi essendo molto giovani chiaramente abbiamo avuto più difficoltà a reperire i fondi che ci avrebbero permesso di utilizzare più fiori. Inoltre, anche le alte temperature ci hanno penalizzato ed è per questo che abbiamo pensato ai trucioli di legno che oltre a sopperire alla mancanza di petali hanno fatto da isolante in modo da mantenere il più a lungo possibile i fiori utilizzati

Filippo Tusa

Filippo Tusa

D: Il riscontro che avete avuto dalle associazioni, dalle parrocchie e dai tantissimi cittadini a cui vi siete rivolti è stato immediato o in qualche modo avete percepito perplessità e dubbi?

Associazioni, parrocchie e semplici cittadini, l’evento è stato recepito immediatamente senza nessuna perplessità da tutti. È stato accolto in maniera sentita, partecipata e con molto entusiasmo. Abbiamo visto genitori e figli chini a collaborare, facendo dell’iniziativa un momento di condivisione.

D: La prima edizione del 2018 nasce con la “benedizione” e l’entusiasmo dell’amministrazione Capizzi. La seconda Infiorata invece vede la collaborazione dell’amministrazione Arcidiacono. Come giudica il rapporto con la pubblica amministrazione?

R: In entrambe le edizioni posso dire che il rapporto con l’amministrazione è stato di assoluta collaborazione e disponibilità.

D: Dal punto di vista dell’affluenza di visitatori e da quello commerciale che riscontri ci sono stati?

R: In termini commerciali il dato è stato molto positivo ed anche in termini di affluenza di pubblico che è stato superiore rispetto allo scorso anno. 

D: Quali sono stati i costi? I finanziamenti da dove sono arrivati?

R: Il costo totale si aggira approssimativamente sui seimila euro. Abbiamo ricevuto un contributo dalla Regione Siciliana, da rendicontare e in pratica non ancora ricevuto. Poi c’è stato il contributo di alcuni sponsor e quello dei commercianti che si sono autotassati.

D: Il fatto che “l’infiorata di Monreale” possa essere calendarizzata e quindi diventare un evento annuale è da stimolo per voi?

D: Certo questo ci fa capire che avremo un supporto in più e maggiore attenzione, anche se non è determinante sotto l’aspetto della realizzazione dell’evento. Anche se ci fa intendere che da parte dell’amministrazione ci possa essere un supporto economico. 

 Tusa, Venturella e Scorsone

D: Cosa vi ha lasciato la seconda edizione dell’Infiorata?

Filippo Tusa: Personalmente mi ha lasciato dentro un qualcosa che ancora non riesco a spiegare sono, felicissimo ed orgoglioso e ringrazio tutti per questo momento di unione e sinergia che mi ha fatto capire che vale la pensa spendersi per il nostro paese.

Salvo Venturella: Il lavoro di squadra, il forte senso di comunità che ho percepito rispetto agli obiettivi comuni e i rapporti umani che si sono instaurati.

Elio Scorsone: Tanta soddisfazione e emozione ricevute grazie alle tante persone che hanno dato il loro contributo realizzando quello che è stato sotto gli occhi di tutti. La fatica è stata annullata da quello che ho visto realizzarsi piano piano grazie all’impegno di intere famiglie.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • “Cambio rotta”, la presentazione del libro nel Circolo Cultura Italia

    In Evidenza

    MONREALE - Martedì 28 gennaio, alle ore 17, presso il circolo Cultura Italia, Daniela Balsano, docente presso l’istituto Comprensivo Armaforte di Altofonte, presenterà il libro di Marco Rossato e Simona Merlo: “Cambio rotta”. Non è uno dei soliti libr..

    Continua a Leggere

  • Grande successo per lo spettacolo di beneficenza al Cineteatro Golden

    In Evidenza

    PALERMO - Grande successo di pubblico al Cine Teatro Golden, per la manifestazione organizzata da alcune associazioni benefiche a favore del progetto di ricerca e screening contro le aritmie pericolose in età pediatrica. Diversi artisti dal c..

    Continua a Leggere

  • Fine settimana nuvoloso su Palermo, possibili piogge

    In Evidenza

    Una nuova perturbazione, che in queste ore sta attraversando l’Italia, porterà sulla Sicilia molta nuvolosità con possibili precipitazioni che da domani potrebbero determinare un lieve calo termico.  Andiamo a vedere nel dettaglio che tempo ci a..

    Continua a Leggere

  • Monreale, aumentano le soste blu in via Venero, cresce il malcontento tra residenti e commercianti

    In Evidenza

    Aumenta il numero dei parcheggi a pagamento a Monreale in via Venero, e monta la protesta tra commercianti e residenti. Una rimodulazione delle nuove zone blu che entrerà in vigore già a partire da lunedì.  Nel Comune normanno la gestione della aree di sosta a pagamento è affidata ai dip..

    Continua a Leggere

  • Vitalizi all’ARS: violato il principio di uguaglianza e ragionevolezza, il Consiglio dei Ministri impugna la legge della Regione siciliana

    In Evidenza

    ROMA - Il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge della Regione siciliana sugli assegni vitalizi. Ancora una volta la mannaia è caduta su un provvedimento approvato dall’Assemblea regionale siciliana.

    Continua a Leggere

  • Monreale, due uomini cadono dal balcone mentre trasportano un mobile

    In Evidenza

    Tragedia a Villaciambra, frazione di Monreale, questo pomeriggio dove due uomini sono caduti da un balcone. Secondo le prime ricostruzioni, i due stavano trasportando un mobile dal secondo piano verso l'esterno ma sono caduti, forse a causa del cedimento della ringhiera. La casa sar..

    Continua a Leggere

  • “Prendi ciò che vuoi”, in Sala Novelli l’evento per le famiglie bisognose

    In Evidenza

    MONREALE - L’associazione “Casa delle Gioie” anche quest’anno torna a proporre “Prendi ciò che vuoi”. L' evento si svolgerà sabato 25 gennaio, dalle 10,30 alle 12,30, in sala Novelli nel complesso Guglielmo ed è rivolto a tutte le ..

    Continua a Leggere

  • “Echi di Memoria e semi di coscienza”, il recital delle scuole monrealesi a Casa Cultura

    In Evidenza

    MONREALE - Andrà in scena a Casa Cultura un recital di poesie, lettere e canzoni. L’evento si terrà lunedì 27 gennaio alle ore 9 . Invece, il giorno dopo sarà proiettato il film "La Vita è bella". Per le due giornate sono stati coinvolti i..

    Continua a Leggere

  • Ad agosto il maxi incendio, ora a Monreale piovono fondi per 4 milioni di euro

    In Evidenza

    A Monreale arrivano 4 milioni di euro per i lavori di messa in sicurezza del versante del Monte Caputo interessato dal violento incendio che nel mese di agosto del 2019 ha devastato alberi, macchia mediterranea e un'abitazione. (


  • InformaGiovani potenzia lo staff, cerca due figure per la sede di Palermo

    In Evidenza

    PALERMO - L’associazione InformaGiovani, ente di coordinamento di un network europeo di organizzazioni giovanili che si occupano di volontariato e mobilità internazionale, educazione non formale ed informazione giovanile, sta selezionando due ..


  • Giornata della Memoria, gli alunni del Basile incontrano la scrittrice Elita Romano

    In Evidenza

    [gallery ids="132460,132459,132458,132457,132453,132454,132456,132451,132450"] MONREALE - Si è tenuto oggi nel liceo Basile-D’Aleo l’incontro tra gli alunni delle classi VC L.S, VA, IVA e IIA L.C. e la scrittrice agrigentina Elita Romano,..


  • Mario Caputo all’ARS, la prossima settimana la Commissione Verifica dei Poteri dell’ARS dovrebbe prendere atto della sentenza

    In Evidenza

    PALERMO - Monreale avrà a breve un nuovo rappresentante all’Assemblea Regionale Siciliana. L’avvocato Mario Caputo


  • Violenza sulle donne, a Monreale collaborazione tra Centro “Donna” e Carabinieri

    In Evidenza

    MONREALE - Si è svolto ieri pomeriggio, nei locali del centro d’ascolto “Donna”, nella sede della Caritas Diocesana di Monreale, l’incontro tra l’avvocato Rosaria Messina, responsabile legale del centro, la psicologa Teresa Pupella, l’assistente sociale Angela Ganci e i..


  • Altofonte, anziano imbavagliato e rapinato in piena notte da due banditi

    In Evidenza

    ALTOFONTE - Un anziano sarebbe stato sorpreso nel sonno, legato a una sedia e rapinato. E' accaduto ad Altofonte in Contrada Piano Maglio, nelle campagne tra Monreale e la città del Parco.  E' stata una notte di terrore per un anziano di..


  • Mario Caputo entra all’ARS, prenderà il posto di Antonino Rizzotto

    In Evidenza

    PALERMO - L’avvocato monrealese Mario Caputo entrerà all’ARS. Prenderà il posto del collega di partito Antonino Rizzotto. La Corte d‘Appello di Palermo, presidente Antonio Novara, ha accolto il ricorso presentato dallo stesso Caputo Mario Caputo, difeso ..


  • Schianto tra Altofonte e Giacalone, un uomo trasportato al Civico

    In Evidenza

    Un uomo è stato trasportato all'ospedale Civico di Palermo ieri mattina dopo che la sua Fiat Punto si è andata a schiantare contro un guard rail della Palermo-Sciacca.  L'incidente è avvenuto lungo lo scorrimento veloce tra gli svincoli di Giacalone (Monreale) e Altofonte.  L'auto..


  • Serie A: le previsioni delle retrocessioni

    In Evidenza

    Come ogni anno, anche in Serie A si accendono due autentiche sfide nella sfida. Al fianco della competizione per lo Scudetto, infatti, vi sono la sfida alla zona Champions League/Europa League e soprattutto la lotta salvezza, dove alcune delle squadre sono destinate a..


  • La Sicilia è ufficialmente in esercizio provvisorio, bloccata per mesi la programmazione finanziaria

    In Evidenza

    PALERMO - La Sicilia è ufficialmente in esercizio provvisorio e lo resterà per quattro mesi. Una procedura che è ormai diventata standard perché sono anni, indipendentemente dal governo in carica, che si fa ricorso a questa pratica, che di fa..